La freschezza di Zazzara e Stranieri al Br1 di Montesilvano Colle

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 04/05/2016
dalle Tutto il giorno

Luogo
Montesilvano Colle

Categorie


protagonisti della serataGiovanissimi ma già capaci di approcciare alla propria arte con uno sguardo internazionale. Sono i protagonisti della cena a quattro mani dal sapore artistico andata in scena ieri sera nello spazio culturale Br1 di Montesilvano Colle. Si tratta dello chef abruzzese Andrea Zazzara, arrivato a Montesilvano direttamente dalla cucina dell’originale The Botanical Club di Milano, e la fotografa calabrese Alessia Stranieri, allieva dell’Università Rufa di Roma.

Ventisei anni il primo, appena ventuno la seconda, i due giovani artisti hanno dato prova di tutto il loro talento nel corso di una serata all’insegna della freschezza e al sapore di gin. Novità della serata, infatti, è stata l’esperienza offerta al pubblico di poter assaporare, in abbinamento ad alcune portate, particolari e intensi cocktail preparati da Tommaso Mauro, a base del distillato protagonista del locale milanese in cui Zazzara presta la propria arte culinaria. The Botanical Club è, infatti, la prima microdistilleria di gin con fine-dining e american bar dove il distillato viene prodotto artigianalmente in un alambicco da 150 litri. Il tutto a vista, così come accade per i fornelli della cucina del Br1, animati quotidianamente dal resident chef Daniele D’Alberto, che ieri ha sapientemente abbinato le sue portate a quelle del collega e amico Zazzara. Il tutto accompagnato dai vini della cantina Feudo Antico.

«E’ stato per me un piacere ritrovarmi qui, al fianco di Daniele con il quale avevo già avuto modo di lavorare in passato», ha commentato lo chef Zazzara. «Così come è stato un piacere lavorare in questo splendido locale, dove l’antico si fonde al moderno e dove la cucina a vista abbatte le barriere tra chef e pubblico. Sono contento di aver avuto la possibilità di proporre anche in Abruzzo piatti che a Milano stanno conquistando molti palati, come il sashimi di manzo, guacamole, crema di mais e pop corn. Ho voluto poi portare al Br1 gli gnocchi di seppia, sedano rapa e aria di senape, che rappresentano un mio personale omaggio allo chef Matias Perdomo».

Soddisfazione per la serata è stata espressa anche dalla fotografa Stranieri, che ha conquistato il pubblico del Br1 con i suoi scatti in cui le geometrie, le forme fondamentali e le pose statuarie si fondono grazie all’utilizzo di colori semplici e basilari, ma anche di texture, rifrazione e viscosità.

«Questa è la mia prima mostra personale ed è anche la prima volta che mi capita che le mie opere vengano abbinate al cibo», ha evidenziato l’artista di Lamezia Terme, che oltre ad essere fotografa è anche art director e video maker. Stranieri ha poi rivelato la fonte della sua ispirazione: «Traggo grande ispirazione da internet. Mi aggiorno sempre sui nuovi fotografi, sulle ultime tendenze legate alla fotografia, quindi ho un bagaglio di immagini molto grande e posso fare sempre cose nuove». Quanto al suo futuro, la giovanissima fotografia ha sottolineato la voglia di guardare oltre i confini nazionali. «Il prossimo anno, dopo la fine dell’Università Rufa, penso che andrò a Londra dove mi piacerebbe continuare a studiare e contemporaneamente lavorare nel mondo della fotografia».

La rassegna vedrà nei prossimi appuntamenti la partecipazione delle fotografe Valeria Trasatti e Chiara Lombardi, e degli chef Alessandro Bellingeri (Trentino Alto Adige) e Andrea Barbera (Calabria).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: