Italia, Giornata Nazionale sulla Salute della Donna il 22 aprile

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 22/04/2016
dalle Tutto il giorno

Luogo
Italia

Categorie


Il prossimo 22 aprile si terrà la prima Giornata Nazionale sulla Salute della Donna. Presentata oggi al ministero della Salute, è stata istituita nel giugno 2015 con una direttiva del presidente del Consiglio. La data scelta è simbolica: corrisponde alla nascita del premio Nobel Rita Levi Montalcini. “Attraverso la salute della donna passa anche quella di una famiglia e quindi di un’intera società”, ha sottolineato il ministro Beatrice Lorenzin, aggiungendo: “E’ vero che le donne vivono più a lungo, ma vivono peggio gli ultimi anni della propria vita anche perché c’è un logoramento dovuto alle fatiche legate alla nascita e alla crescita dei figli. Abbiamo quindi bisogno di potenziare gli strumenti di prevenzione, di sensibilizzare sempre di più la donna alla sua salute e a quella dei propri figli”. La Giornata del 22 aprile non sarà un evento ristretto a una cerchia di esperti: al contrario, ha l’ambizione di essere più aperta possibile ai cittadini “e per questo motivo – ha spiegato Lorenzin – abbiamo organizzato un dibattito a Roma, all’Aranciera di via di Valle della Camene. Lo abbiamo chiamato ‘LaboratorioGestazionale’ e ci saranno 10 tavoli tematici sulla salute femminile ai quali parteciperanno non soltanto esperti ma anche rappresentanti di associazioni di pazienti e di cittadini, ma tutti i cittadini potranno partecipare attraverso l’utilizzo dei social media Twitter e Facebook. Per la manifestazione – ha proseguito Lorenzin – abbiamo creato degli hashtag ufficiali, attivi da oggi: quello dell’evento è #SD16, poi ce n’è uno per ogni tavolo tematico”. I tavoli affronteranno questioni come la sessualità, la fertilità e la salute materna, la prevenzione dei tumori femminili e lo screening, il lavoro e la salute. “Sarà una Giornata interattiva – ha concluso il ministro – in cui tutti i cittadini italiani possono partecipare a tavoli tematici sulla salute della donna, fare domande e segnalare problematiche irrisolte”. Al termine della Giornata, alla quale parteciperanno anche personalità femminili come Noemi, Alice, Elena Sofia Ricci, il ministro, analizzate le istanze provenienti dagli esperti e dai cittadini, le farà confluire nel Manifesto per la salute femminile, che conterrà azioni e prospettive per dare un seguito alla celebrazione dell’evento.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: