Granfondo Città dell’Aquila, il successo è servito!

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 15/05/2016
dalle Tutto il giorno

Luogo
L'Aquila

Categorie


GF L'Aquila 2016 Ciuffini e Figliola prima e terza percorso medioEntusiasmo coinvolgente, divertimento e voglia di onorare la Granfondo Città dell’Aquila. È stato questo il clima che si è respirato in occasione della prima edizione dell’evento granfondistico organizzato dal Ciclocral L’Aquila che si è svolto domenica scorsa nel capoluogo abruzzese e valido come prova del Giro d’Italia delle Granfondo Uisp.

Una festa per tutti, dal primo all’ultimo classificato, un’emozione fortissima provata da ciascuno degli oltre 400 partecipanti che hanno potuto scegliere di pedalare tra il percorso medio di 82 chilometri e quello lungo di 121 chilometri con lo spettacolo della catena del Gran Sasso d’Italia e quella del Velino-Sirente passando per le località di con partenza, arrivo e cuore logistico della manifestazione posto di fronte a uno dei simboli storici della città aquilana: la Basilica di Santa Maria di Collemaggio.

In testa alla mediofondo negli ultimi 15 chilometri è andato nettamente Davide D’Angelo (Team Go Fast – 1°master 2): vittoria in solitudine ma il suo è stato un ritmo insostenibile per i diretti avversari Federico Lanzi (Individuale – 1°élite sport), Luca Pizzi (Ciclopazzi – 1°master 3), Luisiano Cannizzaro (Individuale – 2°master 3), Giacomo Canale (Team Naturabruzzo-Passione Ciclismo – 2°élite sport), Angelo Casagrande (Individuale – 3°élite sport), che a loro volta si sono classificati al traguardo dal secondo fino al quinto posto.

Obiettivo traguardo raggiunto per i migliori di categoria Guglielmo De Nobile (Team Vini San Giacomo – 1°master 4), Massimiliano Scipioni (Cicli Buracchio – 1°master 2), Pasquale Carricelli (Team Pro Bike Teramo – 2°master 1), Edoardo Malatesta (Team Go Fast – 4°master 1), Damiano Trivarelli (Team Esaenergie), Angelo Martorelli (Asd Bicimania – 3°master 1), Marco Cascianelli (MKg Cycling Team – 3°master 2), Antonio Castorani (Team Go Fast – 1°master 5), Simone D’Alessandro (Montenero Bike – 3°master 3), Carmine Petrucci (Bike Pro Chieti Scalo – 2°master 5), Massimiliano Ciuffetelli (Cicli Ricci – 2°master 4), Paolo Passalacqua (Individuale – 3°master 4), Antonio Marcucci (Vallelonga Sport – 3°master 5),

In evidenza i rappresentanti delle categorie over 55 con Egidio Ioanucci (Cicli Cheli – 1°master 6), Lino Di Carlo (Asd Ciclopazzi) e Angelo De Ruggeriis (GC Valle Siciliana) tra i master 6, Alberto Fusari (Cicli Ricci – 1°master 7), Attilio Mezzadri (Pedale Sulmonese – 2°master 7) e Angelo Bernabei (Cicli Sport Mania – 3°master 7).

Al femminile, profeta in patria l’atleta di casa Chiara Ciuffini (Infinity Cycling Team – 1°master donna 1) che ha avuto la meglio su Lorena Pizzica (Mkg Cycling Team – 2°master donna 1), Federica Figliola (Mkg Cycling Team – 1°master donna 2), Arianna Fusari (Cicli Ricci – 1°élite master donna), Alessandra Cocciolone (Bike 99 – 3°master donna 1), Romina Abate (Angelini Cycling Team – 2°master donna 2) e Alessia Ciammitti (Ciclocral L’Aquila – 3°master donna 2).

Nella granfondo di 121 chilometri Manuel Fedele (Team Go Fast – 1°master 1), Federico Colone (Asaci-Evona Cicli – 1°élite sport), Alessandro Sallese (Team Esaenergie – 2°élite sport) e Stefano Borgese (Centro Fai da Te Cycling Team – 3°élite sport) hanno preso l’iniziativa negli ultimi 30 chilometri e da quel momento la corsa non ha avuto più storia facendo registrare successivamente la resa di Borgese sulla salita per Filetto ed il trionfo della maglia tricolore di Fedele con un’efficace progressione sul traguardo di Viale Collemaggio, salendo da Porta Napoli, davanti a Colone e Sallese, con Borgese al quarto posto.

Si sono contraddistinti nelle zone alte della classifica anche Antonello Tirabassi (Team Naturabruzzo-Passione Ciclismo), Aurelio Di Pietro (Team Go Fast – 2°master 2), Simone Lanzillo (Asd Bicimania – 2°master 1), Paolo Buccitti (Asaci-Evona Cicli – 4°élite sport), Valentino Quintili (Centro Fai da Te Cycling Team – 5°élite sport), Giovanni Riccioni (Valle Siciliana – 1°master 5), Paolo Di Leonardo (Team Go Fast – 3°master 1), Siglio Pavone (Mkg Cycling Team – 1°master 4), Giuseppe Rosati (SCA Offida – 2°master 5), Renzo Mele (GC Valle Siciliana – 2°master 4), Fabio Fasano (Team Naturabruzzo-Passione Ciclismo – 3°master 4), Luca Di Panfilo (Team Go Fast – 3°master 2), Saverio Di Stefano (D’Ascenzo Bike – 3°master 5), Matteo Gualano (Petritoli Bike – 1°master 5), Stefano Purismi (Bike 99 – 2°master 3) e Alessandro Rinaldi (Team Naturabruzzo-Passione Ciclismo – 3°master 3) oltre agli over 55 Marcello Innocenzi (AS Roma Ciclismo), Mauro Volpe (Bike 99) ed Eugenio Esposito (Asd Castellana) tra i master 6, Antonio Musti (Pedale Sulmonese), Cecil Driver (Individuale) e Remo Di Panfilo (D’Ascenzo Bike) tra i master 7.

Tra le donne è stata subito Serena Di Marco (Team Pro Bike Teramo – 1°élite master donna) a prendere il largo e a mantenere la prima posizione davanti a Monika Manuela Mancini (Team Naturabruzzo-Passione Ciclismo – 1°master donna 2).

La manifestazione ha ricevuto il plauso sia del pubblico presente, rimasto meravigliato dallo spettacolo offerto, che dagli stessi atleti che hanno potuto gareggiare in piena sicurezza con l’encomiabile lavoro della direzione di corsa a cura di Umberto Capozucco e Liliano Turrini in piena sintonia ed operatività con la Polizia Stradale, le Scorte Tecniche Teramo e la Protezione Civile.

Anche l’amministrazione comunale di L’Aquila, con in testa il sindaco Massimo Cialente, (oltre agli assessori Emanuela Iorio e Pietro Di Stefano) hanno celebrato il pieno successo della manifestazione, con tutte le premesse di poter essere nuovamente proposta grazie al Ciclocral L’Aquila di Vittorio Fabrizi, Livio Stefanucci, Fabrizio Iannini, Mario Di Gregorio e Costanza Rossi che hanno gestito l’evento come meglio non avrebbero potuto.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: