I Crociati e Trinitari in trasferta presentano la Pace e si gemellano alla Confraternita della Trinità di Pratola Peligna

Mappa non disponibile

Data
dal 19/05/2016
dalle Tutto il giorno

Categorie


DSC_0968 (1)Il 19 maggio a Pratola Peligna si festeggia la Santissima Trinità e si ricorda San Pietro da Morrone nell’anniversario della sua morte.

Ma il 19 maggio 2016 si ricorderà anche per un incontro culturale che vede partecipi l’Associazione più rappresentativa di Campobasso “ L’associazione per le rievocazioni storiche Pro CROCIATI E TRINITARI “ e l’Arciconfraternita, che da oltre 500 anni vive e fa vivere un intero territorio, “ SS TRINITA’ “ , prossime ad un gemellaggio che, va a sugellare il recente gemellaggio con La Giostra Cavalleresca di Sulmona ,prima dell’imminente visita a Verona per definire l’altro importantissimo sodalizio, con una delle città più belle e rappresentative al Mondo.

L’associativismo come volano di cultura e di aggregazione tra genti e tra realtà vicine ma, nella vicinanza, molto lontane per capacità interpretative, per strutture e per economia.

Il Mondo dell’associativismo, spesso visto come ostacolo da parte della politica “alta” che, è sempre più distante dalle realtà locali, viene preso da esempio dalle Amministrazioni Comunali attente e presenti e, Campobasso e Pratola, con le due amministrazioni, si sono stretti intorno a tali realtà inconfutabili e , con la presenza del vice sindaco di Campobasso, Bibiana CHIERCHIA, della Vice presidente del Consiglio Comunale, Maria Laura CANCELLARIO, accompagnati dalla segretaria Comunale dott.ssa COLELLA, Sulmonese , dell’intera Amministrazione Comunale di Pratola Peligna capeggiata dal Sindaco, nonché presidente della Provincia di l’Aquila, Antonio DE CRESCENTIIS, hanno dato il giusto segnale di crescita e di aggregazione tra realtà diverse che nella realtà comune possono e devono far da ponte, come ricordava il coordinatore dei Borghi d’Eccellenza, Maurizio VARRIANO, che grazie alla sua conoscenza dei territori, semplifica la strada dell’incontro, per una riunificazione culturale, sociale ed economica, tra regioni vicine e tra genti che hanno in comune non solo la vicinanza ma, arte, storia, cultura, tradizioni e, l’amore per la loro passione : La propria terra .

E, grazie all’impegno delle associazioni , in primis de “ I CROCIATI E TRINITARI” che , indiscutibilmente godono della stima e dell’indefessa attenzione dell’Amministrazione Comunale, Campobasso da lustro e da garanzia di una Città che della Cultura e della “ Pace “ né fa vanto e, con vanto ,si rende ospitale e decisamente attraente.

Un ringraziamento ed un augurio di una proficua collaborazione sia per il presente che per il futuro è stato espresso dal presidente del Comitato dei festeggiamenti, Quintino LIBERATORE,, durante l’interessante convegno del pomeriggio che ha visto come tema centrale la “Trinità “ e che ha visto un relatore d’eccezione, quale, don Agostino PIOVESAN.

La manifestazione si è chiusa nella stupenda Piazza Principale con la rappresentazione della Pace tra i CROCIATI E TRINITARI e l’incontro con SAN PIETRO CELESTINO, con coreografia a cura dell’Associazione “ AMICI del TEATRO di RENZO “ di Pratola Peligna.

Non c’è che dire !!! Il Molise ESISTE !!!!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: