Campli, riprese corto Timballo. Una grande cucina dal 9 al 15 maggio

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 09/05/2016 al 15/05/2016
dalle Tutto il giorno

Luogo
Campli

Categorie


“Acerrimo”, il brano dell’omonimo album del cantautore abruzzese Nino Nanco Di Crescenzo, è stato scelto per i titoli di coda di “Timballo. Una grande cucina”, il cortometraggio voluto dal comune di Campli e promosso dall’Associazione Itaca e dalla produzione cinematografica Officina Azzurra, in collaborazione con la Bro Company Napoli.

Un lavoro che ha l’obiettivo di promuovere il territorio e i suoi sapori parlando di integrazione attraverso il cibo. Il timballo, piatto tipico teramano, sarà, infatti, protagonista del lavoro. Si tratta però di una ricetta rivisitata che prevede l’aggiunta del cous-cous con l’obiettivo di trasformare una ricetta locale in un piatto dell’integrazione, che ben si sposa in un contesto come Campli, dove il film verrà girato. In questo paese, infatti, risiedono moltissimi immigrati.

La sceneggiatura del corto, che sarà girato dal 9 al 15 maggio 2016, prevede che a Campli viva

una cuoca che si chiama Adelina. Lei ha un sogno. Quello di far assaggiare il suo particolare timballo

alla conduttrice di un programma di cucina. Riuscirà nell’intento grazie a tre idraulici migranti che la

aiuteranno nell’invenzione di una ricetta che sposa elementi tradizionali a altri innovativi: un timballo

al cous-cous.

Il corto, diretto da Maurizio Forcella, con la sceneggiatura di Pietro Albino Di Pasquale, vede nel cast nomi importanti del cinema e del teatro come: l’attrice di fama internazionale Maria Grazia Cucinotta, Niko Mucci, attore anche nel film “Il sindaco Pescatore”; Ivan Franek attore con ruoli di primo piano in film come “La grande Bellezza” di Paolo Sorrentino; Nunzia Schiano attrice nei film “Benvenuti al Nord” e “Benvenuti al Sud” e l’attore emergente Fabio Balsamo molto noto per “Gli effetti di Gomorra la Serie” che ha totalizzato più di 5 milioni di contatti.

La ricetta del timballo al cous-cous proposta nel film è quella dei ragazzi dell’Istituto Crocetti di Giulianova vincitori di un contest collegato al progetto, al quale hanno partecipato anche gli istituti De Cecco di Pescara e Di Poppa-Rozzi di Teramo.

Il 15 maggio, inoltre, sempre a Campli, sarà girato il videoclip del brano “Acerrimo”, di Nino Nanco Di Crescenzo arrangiato da Gianluigi Antonelli. Sarà una ulteriore occasione per l’artista abruzzese per far conoscere ancora di più il suo talento. Nino ha presentato recentemente questo suo album d’esordio, un lavoro estremamente originale non solo dal punto di vista artistico, ma anche per gli aspetti legati al marketing. I dodici brani del disco sono contenuti in un pacchetto del tutto simile a quello delle sigarette. Al posto del tabacco, però, chi acquisterà “Acerrimo” troverà una pen-drive con i brani in formato .mp3.

Anche in questo emerge l’originalità e la tempra di Nino Di Crescenzo, una vita impegnata su più fronti e alimentata dalla sua passione per la musica e il canto. Vive e lavora a Notaresco, dove gestisce una tabaccheria, alle spalle un passato da finanziere attivo nell’antiterrorismo, ma nella sua vita è sempre stata presente una forte passione per la musica e la scrittura. Un artista altruista che ha deciso di devolvere parte dei ricavi delle vendite del suo disco alla ricerca medico-scientifica che la “Fondazione Veronesi” destina ogni anno a un ricercatore abruzzese.

L’album, che ha incontrato i favori della critica, come dimostrato dalle decine di articoli e recensioni anche a livello nazionale (La Stampa, Il Fatto Quotidiano, Secolo Nuovo, il Centro, Sound Magazine, Radio Capital, Radio Deejay solo per citarne alcuni), è stato anche riconosciuto “album del mese” della classifica di “MusicMap”, il seguitissimo sito di informazione musicale.

“Avere la possibilità di far ascoltare il mio brano – commenta Nino Nanco – nei titoli di coda di una produzione così importante è per me motivo di grande orgoglio e ne vado fiero. Il corto “Timballo” lancia un messaggio forte, che è quello dell’integrazione, veicola le bellezze dell’Abruzzo e sapere che la mia musica accompagnerà gli spettatori in chiusura mi emoziona sinceramente. Un corto che parla della mia terra, l’Abruzzo, è forse l’occasione più giusta per me, visto il mio attaccamento a questa terra. Sarà bellissimo anche girare il video clip con questa importante produzione che ringrazio per questa grande opportunità”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: