Da Pescosansonesco a Corvara

domenica 14 dicembre 2014
Da Pescosansonesco a Corvara
Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Borghi, abbazie e una stupenda e panoramica cavalcata sulla cresta del Monte la Queglia

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga si estende su un territorio molto vasto (150.000 ettari), suddiviso in 11 Distretti ambientali turistico-culturali. Siamo in terra vestina, nel Distretto Grandi Abbazie, il cui nome deriva dalla presenza nell’area di importanti abbazie benedettine, vere e proprie perle dell’architettura religiosa, come San Clemente a Casauria, San Bartolomeo di Carpineto della Nora e Santa Maria Casanova a Villa Celiera.
A ridosso dei contrafforti più meridionali del parco, a confine con il Parco Nazionale della Majella, sorge il dicco della Queglia (l’antico Monte Aquileio, 995 m) che si innalza con la sua cresta aguzza, tra gli abitati di Pescosansonesco e Corvara. Percorrendo passo dopo passo il suo crinale, scopriremo un vasto panorama che si apre sia sulla catena del Gran Sasso, da Monte Roccatagliata, Monte Picca, Forca di Penne, Monte Cappucciata e più lontano le alture del Voltigno, sia sulla vallata del fiume Pescara e, dirimpetto, sulla Majella e il Morrone. La cresta a volte rocciosa a volte morbida ed erbosa regala poi un affaccio privilegiato su entrambi i borghi. Riscendendo a Corvara, percorreremo la parte più antica del paese, raggiungibile solo attraverso una lunga scalinata serpeggiante tra le abitazioni arroccate, per ammirarne le case-mura, la torre circolare e il campanile della vecchia chiesa. Siamo poco lontani da Forca di Penne, importante e strategico valico dove transitavano le greggi del Tratturo Magno. Nel paese rimangono solo poche famiglie (e qualche capra) e le vie sono mute da tanto, ma c’è un progetto che vuole trasformare il borgo in albergo diffuso, sul modello di Santo Stefano di Sessanio.

Al termine dell’escursione, visita al santuario del Beato Nunzio Sulprizio a Pescosansonesco, qui nato nel 1817, e all’abbazia benedettina di San Clemente a Casauria.

Percorso: traversata di ca. 5 km.
Dislivello: ca. 460 m in salita e ca. 400 m in discesa.
Difficoltà: E

APPUNTAMENTO alle ore 9.00 a Pescosansonesco, SP76 n. 117, nei pressi del bar (coordinate GPS 42°14’29.4”N 13°52’25.4”E). Auto proprie.
Orario di rientro: primo pomeriggio.
Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo.

EQUIPAGGIAMENTO: Zaino, scarponi da montagna, bastoncini da trekking, abbigliamento a strati, mantellina per la pioggia, macchina fotografica, binocolo, guanti e berretto, pranzo al sacco e acqua.

La QUOTA di partecipazione per l’escursione guidata è € 15,00 a persona (bambini fino a 12 anni gratis). Minimo 10 persone.

PRENOTAZIONE – E’ necessario comunicare la propria partecipazione entro le ore 20.00 di sabato 13 dicembre 2014 ai recapiti sotto indicati.

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI
AMM Luciano Ruggieri 3463541731
3397320568 (Claudia)
info@abruzzoparks.it
fb: Abruzzo Parks
http://www.abruzzoparks.it

Submitted by Abruzzo Parks

IMG_0012

Print Friendly, PDF & Email