Corropoli, festeggiamenti in onore di Santa Scolastica

Ogni anno, il 10 febbraio, nella piccola frazione di Villa Garrulo si ripete una singolare tradizione. Donne incinte, donne nubili in età da marito e coppie di giovani coniugi si recano nella chiesetta campestre dedicata a Santa Scolastica, protettrice del latte materno, per bere l’acqua della vicina fonte ‘miracolosa’.

Qui giunte, le nubili compiono tre giri intorno alla chiesetta reggendo in mano una pietra e recitando formule devozionali.
La credenza popolare vuole che il rito aiuti ad ottenere abbondanza di latte e una vita coniugale feconda e serena.

L’acqua è simbolo di fecondità e da sempre viene associata alla fertilità della terra e degli uomini. La pietra, simbolo aniconico della divinità, è invece il tramite tra cielo e terra e, proprio per tale motivo, è considerata terapeutica.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *