comunicato stampa

L’Aquila, 27 ottobre 2012

COMUNICATO STAMPA

Mentre il Consiglio comunale ha espresso all’unanimità solidarietà ai giudici che si sono occupati di un processo molto complesso, interpretando il sentire comune della popolazione aquilana, tanta parte del mondo politico (lontana dalla realtà cittadina) e buona parte della scienza ufficiale, prescindendo dalle motivazioni vere della sentenza, ha contestato il verdetto del Tribunale.
Il dibattito esasperato e rancoroso, con tutti i punti di vista, è legittimo se non perde di vista quello che è accaduto il 6 Aprile e se rispetta i giudici, la Città dell’Aquila e le sue vittime.
Meno legittimo ed opportuno è il comportamento di rappresentanti del Governo, come il ministro Clini, che azzarda paragoni arditi con la vicenda di Galileo, dimostrando distacco e distanza dalle ragioni delle sentenza.
Ancora meno legittimo ed opportuno è l’atteggiamento dell’ex Capo della Protezione civile Bertolaso, che è stato il principale Responsabile della gestione di quella fase delicata che precedette la scossa devastante e che continua a parlare a vanvera.
Lui sa proprio tutto, Lui sa più dei Giudici: Lui ha condotto quella spregiudicata operazione mediatica con l’obiettivo di non far sapere agli Aquilani la verità su quello che stava succedendo.
Ammetta in silenzio le sue responsabilità, invece di commentare con ironia e con arroganza una sentenza di un Tribunale della Repubblica!

L’Assessore al Comune dell’Aquila

Lelio De Santis

L’Ufficio Stampa del Comune dell’Aquila

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *