Civitella Alfedena folk Festival: laboratorio di musica tradizionale dedicato ai cucchiai

Giovedì 27 Ore 15-17

Cucchiai a cura di Gian Michele Montanaro

I Cucchiai nella musica tradizionale:Tecniche di base e possibilità ritmiche

I suonatori tradizionali di tutto il mondo, nello sviluppo delle proprie musiche si sono sempre avvalsi di oggetti di recupero, anche gli stessi strumenti tradizionali più noti nascono dal riciclo di materiali o dal riutilizzo di oggetti in disuso. Tipico è l’utilizzo dei cucchiai per portare il tempo in gran parte del mondo tanto da divenire uno strumento percussivo riconosciuto anche dalle maggiori case di costruzioni di strumenti a percussione. Il seminario dura 2 ore e verte sui fondamenti della tecnica personale del conduttore in riferimento alla cultura tradizionale italiane ed estera, affrontando varie possibilità ritmiche non solo tradizionali. Aperto anche a principianti.- Non è necessario avere i cucchiai per partecipare, saranno disponibili in loco (se si sceglie di portarli da casa sono necessari 2 cucchiai da cucina uguali tutti di metallo). GIAN MICHELE MONTANARO esperto di tamburello italiano e canto tradizionale, straordinario conoscitore degli stili ritmico-melodici tradizionali del centro–sud Italia, ha sempre accompagnato la sua formazione tecnico-teorica che proviene dai nomi piu’ importanti del settore dei tamburi a cornice italiani con una costante presenza ‘sul campo’ in numerose feste e manifestazioni popolari dove la tradizione ha conservato l’aspetto piu’ autentico della propria musica, venendo cosi’ a contatto con i veri portavoce della cultura musicale tradizionale, acquisendone le loro conoscenze. Grazie a questi fattori, nel suo iter formativo, ha sviluppato una propria tecnica esecutiva (divenuta oggetto di studio e di integrazione anche di altri percussionisti), tecnica nella quale il tamburello e la sua storia millenaria vengono adattati alle possibilita’ ritmiche di nuove culture e nuovi generi. E’ in assoluto il primo freestyler su tamburo a cornice italiano (innestando alla sua tecnica solistica caratteristiche acrobatiche). In questi ultimi 5 anni senza tralasciare lo studio del tamburello, si è dedicato agli strumenti percussivi della tradizione italiana rivalutando il grande spettro di possibilità sonore offerto dalle numerose percussioni tradizionali del centro-sud Italia. Socio Fondatore e membro del Consiglio Direttivo della ‘Societa’ Italiana Tamburi a Cornice’ la prima Associazione di Promozione Sociale italiana specializzata in tamburi a cornice oltre che coideatore e codirettore artistico del Meeting Internazionale del Tamburello la prima manifestazione nazionale interamente dedicata alla millenaria cultura dei tamburi a cornice italiani ed esteri è ‘Responsabile per la gestione di eventi culturali e per la costruzione di reti integrate territoriali’ riconosciuto dalla provincia di Roma. Ha collaborato e collabora con i massimi rappresentanti nazionali del settore della musica tradizionale e folk revival.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *