“Cinque donne e un’onda” in libreria dal 20 ottobre

IL LIBRO Cosa fa un poeta davanti a una donna? Si stupisce, iniziando a immaginarne il segreto, e a curarne la storia. È quello che ha voluto tentare Davide Rondoni con Cinque donne e un’onda, questo libro forte e strano, mio lettore, che s’incendia tra le mani di chi vorrà accettarne la scommessa: raccontare, sottoforma di teatro e poesia, l’indecifrabile regalità con cui ogni donna, al di là del suo essere serva o regina, nobilita l’esistente, lo rende presente. Passando così dalla bellezza sanguinosa di Caterina Sforza, a quella leggendaria di Giulia Gonzaga, e ancora alla bellezza granitica di Ghertruda, madre di Amleto, fino a quella spezzata di Elisabetta Sirani e quelle struggenti, immaginate di Eluana Englaro e Vittoria Colonna Marchesa di Pescara, Davide Rondoni ce ne fa conoscere la voce. Infine, un omaggio a una sconosciuta, un “canzoniere sbranato” opposto a quelli della tradizione, opere in cui risolvere il mondo: qui si presta attenzione ferita e aperta al segno dell’onda che in questa presenza passa e chiede di legare l’istante al destino.

 

Davide Rondoni Cinque donne e un’onda

[uscita Ianieri ottobre 2015]

Collana: L’Angiolo n. 3 Pagg.: 208

Anno: 2015 ISBN: 978-88-974-1793-4 € 13,50

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *