Chieti, presentazione del libro “Foglietti volanti di una cuoca distratta”

Nell’ambito del “Maggio Teatino” patrocinato dal Comune di Chieti, promosso dal Comitato di Quartiere S. Maria si terrà un incontro dal titolo “Scopriamo gli aspetti nascosti delle tradizioni” a Chieti, presso il  Palazzo De Pasquale in Via Vicoli al secondo piano nella sala Conferenze, con la presentazione del libro “Foglietti volanti di una cuoca distratta” di Alba Bucciarelli (Edizioni Noubs). Partecipano: Alba Bucciarelli, Sabatino Ciocca, Francesco Di Vincenzo, Giancarlo Zappacosta.

L’OPERA – “Foglietti volanti di una cuoca distratta”  di Alba Bucciarelli (Noubs)

“Durante la navigazione ho annotato di tutto sui miei foglietti volanti… E col tempo ho imparato che la scrittura di un libro può durare all’infinito… La vita di ogni uomo è un libro da scrivere.”
Questo non è il solito libro di ricette, è anche un canto d’amore, un ricordo spesso gioioso e divertito, ma anche struggimento per un mondo che non c’è più, di cui l’Autrice rievoca suoni, profumi e il gusto. Un libro che vi commuoverà e rallegrerà con la sobrietà e la leggerezza proprie della poesia. Un dono solitario, aristocratico, cibo di sapienza.

Alba Bucciarelli è nata a Chieti il 6 Gennaio del 1952. Ha fatto studi classici, scientifici e teatrali. Attrice, conduttrice radiofonica e televisiva, copywriter e maestra di dizione alla scuola di teatro diretta da Sabatino Ciocca presso il Marrucino di Chieti e a quella diretta da Enzo Garinei presso il teatro Circus a Pescara. Da molti anni collabora alla preparazione degli allievi presso l’accademia del Doppiaggio realizzata da W. Bucciarelli e diretta da C. Iansante e R. Pedicini. Ha già pubblicato un libro nel 2001 dal titolo: La bella scommessa. “Durante la navigazione ho annotato di tutto sui miei foglietti volanti… E col tempo ho imparato che la scrittura di un libro può durare all’infinito… La vita di ogni uomo è un libro da scrivere.” Questo non è il solito libro di ricette, è anche un canto d’amore, un ricordo spesso gioioso e divertito, ma anche struggimento per un mondo che non c’è più, di cui l’Autrice rievoca suoni, profumi e il gusto. Un libro che vi commuoverà e rallegrerà con la sobrietà e la leggerezza proprie della poesia. Un dono solitario, aristocratico, cibo di sapienza. Incentrato su un’esperienza di cuoca in un ristorante che per primo lanciò la cucina abruzzese tipica, Alba Bucciarelli racconta l’epopea di una comunità che è stata portatrice di una storia rurale e urbana unica e irripetibile.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *