Chieti, ”Musica dal cuore”: concerto in ospedale per il Natale dei ricoverati

Reduce dai successi dei concerti con la Filarmonica di Bacau, in Romania, come solista e direttore d’orchestra, e a Bologna per un evento benefico in favore delle popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dal terremoto, il Maestro Giuliano Mazzoccante torna nella sua Chieti e si rende protagonista in città di un’iniziativa di solidarietà. In collaborazione con gli artisti della Scuola Civica di musica “Città di San Giovanni Teatino”, di cui è direttore artistico, ha allestito un programma di concerti che si terranno nella Cappella dell’ospedale “SS. Annunziata”. Quattro appuntamenti, dal 23 dicembre al 6 gennaio prossimi, con i brani più belli del repertorio classico, proposti da musicisti che hanno risposto con entusiasmo all’invito del Maestro Mazzoccante.

«Il nostro desiderio è creare un momento di svago per i degenti e per i loro familiari – spiega il pianista – per i quali la permanenza in ospedale nei giorni delle feste è certamente più angosciosa. Noi artisti abbiamo il privilegio di vivere quotidianamente le emozioni e la gioia trasmesse dalla musica, e specie in circostanze come il Natale vogliamo condividerle per dare un pizzico di serenità a chi soffre, a chi è spaventato o provato dalla malattia. Abbiamo il dovere di essere generosi, perché siamo dei privilegiati, e la pensano così tutti i musicisti che hanno fatto a gara per prendere parte a questi eventi».

Gran finale, domenica 6 gennaio, con il Concerto di gala che avrà come protagonisti Giuliano Mazzoccante, al piano, Matteo Pippa, Maddalena Pippa e Andrea Castagna al violino, Gianluigi Fiordaliso al vioncello, Roberto Torto al clarinetto e Andrea D’Intino alle percussioni.

Insomma una bella testimonianza di solidarietà da parte di Mazzoccante, una stella della musica internazionale, che vanta una rilevante attività concertistica che lo ha visto impegnato sia come solista sia in formazioni cameristiche presso importanti sede italiane ed estere, quali Firenze, Milano, Roma, Trieste, e in Lituania, Inghilterra, Cina.

I concerti di Natale rappresentano un nuovo tassello del percorso di umanizzazione dell’assistenza seguito dall’Azienda sanitaria locale, come avvenuto nel Centro di diagnostica senologica inaugurato il mese scorso all’ospedale di Ortona, dove Tommaso Della Frana ha allestito una mostra fotografica permanente, che vede protagonisti il personale e alcune pazienti dell’unità operativa. Un modo per rendere più leggera l’atmosfera in un ambiente ad alto impatto emotivo per le donne.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *