Chieti, convegno “Nuove prospettive per la scuola in una società che cambia: processo di autovalutazione, stato degli apprendimenti e interventi di prevenzione” il 6 febbraio

SABATO, 6 FEBBRAIO 2106, ORE 9.00-18.30

presso l’Aula A, Nuovo Polo Didattico, Campus universitario di Chieti scalo si svolgerà il

 

CONVEGNO

 

Nuove prospettive per la scuola in una società che cambia: processo di autovalutazione, stato degli apprendimenti e interventi di prevenzione

organizzato da Tiziana Aureli e Sergio di Sano, docenti di Psicologia dello sviluppo dell’Ateneo “G. d’Annunzio”

Il Convegno affronta la problematica dei bambini con difficoltà e disturbi di apprendimento in ambito scolastico dal punto di vista didattico, pedagogico e clinico. L’evento si articola in due parti. Nella prima parte (ore 9.00- 12.45) due illustri ricercatori dell’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema dell’Istruzione (INVALSI), la dott. Donatella Poliandri e il dott. Roberto Ricci presenteranno procedure, metodi, obiettivi delle prove INVALSI e loro risultati in ambito nazionale. La dott. Cristina De Nicola, dirigente dell’ Ufficio Scolastico Regionale (USR) Abruzzo, illustrerà i risultati delle prove INVALSI in Abruzzo. Nel pomeriggio, il dott. Sergio Di Sano, referente tecnico-scientifico del Master di II livello in “Difficoltà e Disturbi dell’apprendimento scolastico”, illustrerà le nuove prospettive di ricerca basate sull’approccio RTI (Response to Intervention) rivolte a promuovere lo sviluppo di abilità scolastiche in bambini con difficoltà e disturbi dell’apprendimento. Seguiranno due simposi dedicati rispettivamente alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria e secondaria di I grado. Insegnanti e psicologi presenteranno progetti di ricerca ispirati all’approccio RTI e svolti nelle scuole del territorio (coordinatore: dott. Di Sano), confrontandosi con le problematiche del neurosviluppo illustrate dalle dott. Elena Gennaro e Elisabetta Berenci, neuropsichiatre infantili dell’AUSL di Pescara.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *