Chieti, a Paglione l’Ordine della Minerva il 22 gennaio

Ha intuito e fatto intuire che la cultura è anzitutto una condizione dello spirito. Ha promosso il dialogo e la collaborazione fra uomini e donne di diversa vocazione culturale incoraggiando così la crescita del sapere e della bellezza. E, inoltre, ha contribuito a diffondere e divulgare a beneficio della collettività i prodotti dell’arte in tutte le sue forme. Per tutto questo, all’operatore artistico e mecenate d’Abruzzo, Alfredo Paglione, l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” ha attribuito l’Ordine della Minerva, il prestigioso riconoscimento che viene conferito a personalità nazionali ed internazionali, che abbiano contribuito significativamente al progresso della Scienza, della Cultura e dell’Economia.

La cerimonia di conferimento è in programma giovedì 22 gennaio alle ore 10.30 presso l’aula magna dell’ateneo, campus di Chieti, in occasione dell’apertura dell’anno accademico 2014-2015. Sarà il magnifico rettore, il professor Carmine Di Ilio, a consegnare ad Alfredo Paglione la medaglia d’oro su cui è raffigurata la testa di Minerva, a nome di tutto il Senato Accademico.

Alfredo Paglione è nato a Tornareccio (Chieti) nel 1936. Compiuti i suoi studi a Chieti, si trasferisce nel 1961 a Milano dove intraprende un’intensa attività culturale nel campo dell’arte, che ruoterà attorno alla sua Galleria Trentadue, gestita insieme alla consorte Teresita Olivares: esposizioni, mostre, eventi a Milano e in tutto il mondo con i più grandi maestri dell’arte contemporanea, a partire dal cognato Aligi Sassu. Dal 2000, chiusa la galleria milanese, ha intrapreso una serie di donazioni di opere d’arte all’Abruzzo, sua terra natia, in numerose sale d’arte allestite con opere provenienti dalla collezione Alfredo e Teresita Paglione: il Museo Colonna di Pescara, Palazzo D’Avalos a Vasto, Museo Barbella, Palazzo De’ Mayo, Università “d’Annunzio” a Chieti, la sala d’arte Ottavio Paglione e i mosaici nel “Museo en plein air” a Tornareccio, il Museo delle Ceramiche a Castelli, il Museo Sassu ad Atessa, cui si aggiungono gli otto mosaici dedicati a Giovanni Paolo II in vari centri, per un totale di circa 1500 opere donate.

Istituito nel 1986, l’Ordine della Minerva è stato assegnato in precedenza ad altissime personalità tra cui l’allora cardinal Joseph Ratzinger (1988-89), lo scultore abruzzese Pietro Cascella (1989-90), la senatrice Franca Falcucci, ministro della Pubblica Istruzione (1992-93), Cesare Romiti, presidente della Fiat (1997-98), Piero Angela, giornalista e divulgatore scientifico (1998-99), Giorgio Albertazzi, attore, regista e autore di teatro (1999-2000), Folco Quilici, regista, documentarista, scrittore (2000-01), Francesco Sabatini, presidente Accademia della Crusca (2001-02), Margaret Kelly, direttore Assemblea Generale Nazioni Unite e dell’Economic and Social Council di New York (2003-04), Sergio Marchionne, amministratore delegato gruppo Fiat (2006-07), Luciano Russi, ordinario di Storia delle idee politiche e sociali de “La Sapienza” di Roma (2008-09), René Guitton, giornalista e scrittore (2009-10), Marcello De Cecco, economista, ed Ettore Spalletti, artista (2012-13), Antonio D’Aloisio, giurista e Nicola Occhiocupo, costituzionalista (2013-14).

Insieme ad Alfredo Paglione, verrà premiato lo stesso giorno Tony Vaccaro, fotografo e giornalista italo-americano di origine abruzzese-molisana, divenuto famoso con le sue immagini sulla Seconda Guerra Mondiale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *