Chieti, “80 anni dopo RiComunichiamo il Guerriero” fino al 13 settembre

Palazzo De’ Majo Fondazione Carichieti “80 anni dopo RiComunichiamo il Guerriero” La scultura iconica dell’Abruzzo viene rilanciata con una comunicazione moderna e attuale, affidata ai nuovi linguaggi espressivi della contemporaneità (video mapping, cornici digitali…), in linea con il nuovo concetto di museo che da mero luogo di ” conservazione” si trasforma in luogo di “narrazione”. Insomma un modo di ricentrare l’attenzione dei visitatori sul Guerriero , operazione peraltro già iniziata con la rilettura attuata da Mimmo Paladino autore della scenografica sala dove è esposta la grande statua. La mostra chiude virtualmente il percorso del progetto “Il Museo in click” , il cui fine è stato quello di usare forme comunicative che consentano l’interazione con i vari pubblici, in particolare quello giovane, sicuramente il meno interessato al Museo “tradizionale”. Sono previste visite guidate congiunte alla mostra e alla sala del Guerriero presso il Museo di Villa Frigerj. Fino al 13 settembre

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *