Cerimonia Premio Internazionale “Apollo dionisiaco”. Poesia e Arte in mostra.

L’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, con sede in Roma, Quartiere Della Vittoria, in Convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre e con il Patrocinio dell’Anci, dell’Assessorato Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità di Roma Capitale e della Provincia di Roma, presidente fondatrice la prof.ssa Fulvia Minetti, cerimonia la premiazione della Prima Edizione del Premio Accademico Internazionale di Poesia e Arte Contemporanea “Apollo dionisiaco” sabato 20 Settembre 2014 dalle ore 15,30 presso il Teatro Don Orione a Roma. L’evento è volto alla valorizzazione semantica di poesie, opere di pittura, scultura, grafica e fotografia d’arte di poeti e artisti emergenti oltre ogni differenza e cultura.

Fra 456 opere partecipanti da tutto il mondo: Nord Europa, Unione sovietica, Canada, Brasile, Medio oriente, Africa, ai vincitori sarà conferito il diploma dell’Accademia, la significazione critica della presidente e il trofeo “Apollo dionisiaco” dello scultore Pietro Malavolta, che nasce dalle pregiatissime fusioni del Laboratorio Orafo Rocchi di Via Margutta.

La configurazione della medaglia “Apollo dionisiaco” esprime la sintesi profonda del rituale artistico rifondante identità e mondo, che dai vissuti semantico-emozionali sognanti dell’inconscio emerge alla bellezza cosciente e mascherata della parola e della forma espressiva: desiderio di svelamento del volto dell’essere, mai pienamente possibile, mai ultimo, ma sempre attingibile nel movimento infinito delle forme significanti e creative dell’arte, come istanti della verità.

Per la sezione poesia il Primo Premio, Trofeo aureo Apollo dionisiaco, sarà conferito a Nunzio Buono, per la poesia L’essenziale; il Secondo Premio, trofeo argenteo ad Angela Maria Miceli, con Parola che resta, Il Terzo Premio a Veronica Borraccino, trofeo argenteo brunito, con Speranza. Le poesie dei vincitori e dei poeti insigniti con alto riconoscimento al merito e significazione critica, Rachele Mannocchi, Tenacemente tenta, Corrado Avallone, Lampedusa, se un giorno, Loretta Stefoni, Nel fitto sottobosco dei pensieri, Marco Borgioli, Il folle, Chiara Zanini, Intrecciarsi, Roberto Alessandrini, Diverso, Massimiliano Testa, Delicato fiore, Marco Onofrio, Il chiodo, Filippo Passeo, Luce e ombra, Ivan Colnaghi, Capirsi, Gabriele Prignano, Visioni, Gerardo Genovese, Il giardino dei sognatori, Gianandrea Rizzi, Tutto schietto accadrà per noi, Giorgia Spurio, Dentro, nella mia mente da bambino, Luisa De Marco, Il potere dell’arte, Giuseppina Michini, Legandoti ad una zolla, Maria Carmela Dettori, Alzheimer, Fabiano Braccini, Il fascino discreto dei silenzi, saranno interpretate dagli autori per il pubblico. Una rappresentazione delle poesie del diciassettenne Mauro Cesaretti sarà inscenata in body poetry dal ballerino Luca Marchetti.

Per la sezione artistica Il Primo Premio è vinto da Roberto Morreale, con Purgatorio, Il Secondo Premio va ad Alessandro Battistini, Rigoletto, Il Terzo Premio a Gregory Antipov da Mosca, con Winter. Insieme alla terna dei vincitori le opere degli artisti premiati con alto riconoscimento al merito e significazione critica dell’Accademia, Catello Raffone, La giostra sulle nuvole, Paola Gentile, Il varco, Michele Riefolo, Stelle impazzite, Carmine Antonio Carvelli, Oltre il corpo l’anima, Antonella Rizzo, Ciò che rimane, Michele Di Tonno, Storie di uomini e donne, Moreno Gasparetto, Uomo con rabbia e sgomento, Emanuele Casalena, L’abbraccio, Cristina Lelli, Pietà, Matteo Tomaselli, Albero bottiglia, Rossana Corsaro, Il tocco della luna, Giovanni Vescio, Senza titolo numero 2, Stefano Reduzzi, Spengo la luna e vado a letto, Manuel Petruzio, Paesaggio interiore, Isabella Uleri, Finibus coeli, Roberto Pireddu, Beyond reason, Michelangelo Nasto, Positivismo e negativismo, saranno in mostra in sede di cerimonia di premiazione. Un merito e due distinte partecipazioni chiameranno sul palco tre fra gli artisti speciali residenti all’istituto Don Orione: il Nasto, Riccardo De Pascale e Gianluca Rella, del laboratorio d’arte di Giovanni Pace, responsabile Adriano Tartaglia.

La premiazione sarà accompagnata dal concerto per liuto di Giovan Battista Siragusa e voce di Cristiana Paulotto che solleva dolcissimamente nell’aria i testi in poesia di Fulvia Minetti, ispirati alla scultura di Pietro Malavolta, per un “Dedicato alla maternità” come all’arte, madre di tutte le cose.

Submitted by Fulvia Minetti

Accademia

Print Friendly, PDF & Email