Cepagatti, giornata informativa su sessualità “Go condom style!” il 6dicembre

I Volontari della Croce Rossa Italiana del Comitato Locale di Cepagatti hanno organizzato una giornata di informazione che – dopo altre località del territorio della provincia di Pescara – si svolgerà venerdì 6 dicembre 2013, dalle ore 21.30 a oltre la mezzanotte in località Catignano.

Lo scopo è quello di promuovere uno stile di vita sano e sicuro, sensibilizzando i giovani (e non) sui temi legati all’educazione alla sessualità e alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e fornendo loro le informazioni necessarie a riguardo per poter fare scelte consapevoli.

L’iniziativa verrà svolta privilegiando Bar, Pub e locali, ma anche piazze e luoghi di incontro della cittadina.

Durante le attività si proporranno tre possibili opzioni nell’ambito delle quali i giovani possono scegliere per comportamenti sessuali al riparo da rischi di infezione, quello che viene proposto come A B C, ovvero Abstinence: (astinenza dai rapporti, se non lo fai non rischi niente); Be fathfull (fedeltà di coppia, la fedeltà al Partner ti protegge dal rischio di contrarre e diffondere malattie sessualmente trasmissibili); Condom (quando lo fai usa sempre il preservativo per prevenire il rischio di infezione;

Il progetto ABC nasce dalla volontà dei Giovani della Croce Rossa Italiana di promuovere l’interesse della popolazione verso l’adozione di abitudini di vita salutari e sicure, diffondere informazioni, basate su evidenze medico-scientifiche, sulla contraccezione e le Malattie Sessualmente Trasmissibili e discutere sul rispetto di tutte le persone e i loro orientamenti sessuali.

Le persone contattate saranno invitate, dopo una breve presentazione dell’iniziativa ad effettuare quiz con domande vero/falso sui temi dell’educazione alla sessualità, alle malattie sessualmente trasmissibili e loro prevenzione.

Verranno anche proposti giochi con carte appositamente preparate sulle tematiche trattate.

L’attività si basa su incontri rapidi, comunicazione veloce, diffusione di materiale informativo e distribuzione di preservativi.

Queste attività rientrano tra gli Obiettivi strategici che la Croce Rossa Italiana, a livello nazionale, sta attuando e sono, in particolare, l’Obiettivo Strategico 1: “Tuteliamo e proteggiamo la salute e la vita” e l’Obiettivo Strategico 5: “Promuoviamo attivamente lo sviluppo dei giovani e una cultura della cittadinanza attiva”.

Il giorno precedente, 5 dicembre, i Volontari del Comitato Locale di Cepagatti si incontreranno presso la sede dell’Unità Territoriale di Popoli per una lezione formativa circa l’educazione alla sessualità e alle malattie sessualmente trasmissibili con la presenza di un dell’Animatore Educazione alla Sessualità e MST (malattie sessualmente trasmissibili).

Il tabù frequentemente legato alla vita sessuale dei giovani è molto spesso causa d’ignoranza e di comportamenti scorretti ed a rischio. L’informazione sui fisiologici eventi legati alla sfera sessuale dell’individuo, sulle più comuni norme di educazione alla sessualità e sull’uso corretto del preservativo permette di ridurre il rischio di malattie sessualmente trasmissibili.

L’evento è stato reso possibile grazie all’impegno e al lavoro della delegata area V del Comitato Locale di Cepagatti Marica FEDERICO, del Referente Roberta NICCHE e con il Coordinamento del Delegato Regionale CRI Giovani Roberto VARANI

DESCRIZIONE DEL CONTESTO:

Negli ultimi anni l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha monitorato un aumento esponenziale di Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST) che si ritenevano scomparse.

Dal 1991 al 2011 il Sistema di Sorveglianza basato su centri sentinella italiani ha segnalato più di 85mila nuovi casi, circa il 20% riguarda i giovani tra 15 e 24 anni.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, dei 448 milioni di nuovi casi di MST che si registrano ogni anno nel mondo (circa 30 quadri clinici causati da 20 patogeni), 111 milioni interessano i minori di 25 anni.

Per quanto concerne i giovani la situazione è perciò allarmante; in accordo con i dati audiweb (organismo che rileva i dati di audience di internet in Italia, consentendo di produrre stime e dati obiettivi, di carattere quantitativo e qualitativo) di ottobre 2012, il 31% degli adolescenti tra i 12 e 17 anni non è informato in maniera sufficiente sull’AIDS e in generale sulle MST e la loro prevenzione. Non esiste un canale istituzionale che parli ai giovani di AIDS e il 31% di essi dichiara di saperne poco o nulla. Infatti è emerso che il 31% degli intervistati ha risposto di saperne poco (il 26%) o niente (il 5%). Il 10% degli utenti che hanno partecipato all’indagine ha dichiarato di essere stato informato in famiglia mentre il 29% ha affrontato il tema a scuola. Infine solo il 27% è stato invece più intraprendente e le informazioni le ha cercate per conto proprio.

Per tali ragioni, ritenendo la salute “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non consiste solo nell’assenza di malattie o infermità” (Organizzazione Mondiale della Sanità) e quindi particolarmente legato all’informazione, i Giovani della Croce Rossa Italiana si propongono di promuovere il tema dell’educazione sessuale e della prevenzione delle Malattie Sessualmente Trasmissibili. Infatti, i tabù concernenti la vita sessuale dei giovani sono molto spesso causa di comportamenti scorretti ed a rischio. L’informazione sui fisiologici eventi legati alla sfera sessuale dell’individuo, sulle più comuni norme di educazione alla sessualità e sull’uso corretto del preservativo permette di ridurre il rischio di malattie sessualmente trasmissibili e di gravidanze indesiderate.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *