Cepagatti, “Alla riscoperta del santuario italico-romano di Monte La Queglia” il 12 settembre

“Valorizzare il nostro territorio attraverso tutte le sue peculiarità, continua ad essere principio guida della nostra programmazione e l’iniziativa che presentiamo questa mattina percorre appieno questa direzione”. Così il presidente della CCIAA di Pescara, Daniele Becci, in apertura di conferenza stampa per la presentazione di “Alla riscoperta del santuario italico-romano di Monte La Queglia”, in programma il 12 settembre prossimo ed organizzato dalla Soprintendenza Archeologia per l’Abruzzo , l’ Archeoclub onlus d’Italia (sede di Cepagatti), presieduto da Claudio Giampaolo e l’associazione culturale “Tutti pazzi per Corvara”, presieduta da Anna Pia Urbano, e con il Patrocinio della Provincia di Pescara e dei Comuni di Corvara, Pescosansonesco e Cepagatti. L’iniziativa si inserisce nel più ampio progetto “Arte&Gusto. Sviluppo economico dei territori”, promosso dalla Camera di Commercio di Pescara, e vede un lungo percorso che abbraccerà anche l’anno 2016.

“Un’anteprima di “Arte&Gusto” – ha ripreso Becci – che vede la collaborazione della Soprintedenza, preziosa partecipazione, capace di coniugare territorio ed enogastronomia, connubio che ci sta dando importanti risultati. Nello specifico, riscoprire e far conoscere nicchie di valore, come aree archeologiche e testimonianze storico-culturali dei Comuni di Pescosansonesco e Corvara – precisa il Presidente – è come aggiungere un altro marchio di qualità al nostro territorio”.

In particolare, notevole importanza riveste il Santuario italico-romano di monte La Queglia, riscoperto nel 1980 dall’archeologo Glauco Angeletti, il quale evidenzia “che alcuni rinvenimenti collocati tra la prima e la seconda muratura del tempio portano a confermare alcune ipotesi circa l’avvenuto giuramento italico presso questo luogo. I ritrovamenti sono essenzialmente una serie di anelli con castone inciso e palchi di corna di cervo conservati nello stesso contenitore, secondo una formula più volte riportata dalle fonti antiche”. La manifestazione vuole riproporre, dunque, un suggestivo ricordo del giuramento dei soci italici contro Roma in occasione della Guerra sociale (90-87a.C.), avvenuto probabilmente in questo importante Santuario, uno dei momenti fondativi di quell’ampia Lega di popoli italici, da cui nasce lo stesso nome “ITALIA”.

“Lo scopo principale della Soprintendenza, in stretta collaborazione con le suddette associazioni e con il territorio – spiega il dott. Andrea Staffa, archeologo Soprintendenza Abruzzo – è quello di promuovere la diffusione della conoscenza del passato proponendo attività che risveglino l’attenzione dei concittadini e li inducano a considerare con occhi diversi l’eredità del passato custodita nei loro paesi”. Un plauso all’iniziativa da parte del presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco. “Una manifestazione che coniuga la massima espressione archeologica d’Abruzzo, antiche tradizioni ed enogastronomia e grazie anche alla fattiva collaborazione dei due Comuni, si promuove questa provincia esprimendo il meglio che il territorio ha in se”.

L’evento previsto a Pescosansonesco – Corvara si ricollega all’iniziativa “ANTICHI VESTINI, DALLA TERRA AI SAPORI ALLE TRADIZIONI”, (la cui III edizione si è recentemente svolta nel borgo e nella suggestiva cornice di Castello Marcantonio a Cepagatti ), un incantevole percorso tra archeologia, convegni tematici, laboratori artigianali ed antichi sapori.

A partire dalle ore 16:00 presso la Chiesa di Santa Maria in Blesiano a Pescosansonesco un incontro a tema ed una mostra documentaria (a cura della Soprintendenza Archeologica per l’Abruzzo, in collaborazione con l’associazione culturale “Tutti pazzi per Corvara), accoglieranno visitatori ed appassionati.

Dalle ore 19:00 presso il borgo medievale di Corvara la riproposizione di un’ ipotesi di evocazione di un antico rito vestino. Fuochi, danze e musiche a cura dell’ l’ Archeoclub onlus d’Italia. A seguire, la compagnia “ La Torre Del Bardo” leggerà brani tratti dal lavoro teatrale “Il Giuramento” con la regia di William Zola (testo scritto da Katja Battaglia).

Dalle 21:30 degustazioni a tema: Montepulciano d’Abruzzo (Terre di Casauria) e antichi sapori vestini, in collaborazione con AIS, cantine e strutture ristorative del territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *