Celano, al Castello Piccolomini “I canti della terra” mostra di Sebastiano De Laurentiis

Da alcuni anni la ricerca dell’artista Sebastiano A. De Laurentiis si intreccia con un forte legame della natura mutuando le immagini evocative degli straordinari scenari delle valli della Maiella, Montagna madre, nel comprensorio dei fiumi Sangro e Arentino, in installazioni che espongono il sacro ancestrale della Natura. Saranno esposte nelle belle sale del Castello Piccolomini le due opere di tecnica mista e le dieci grafiche acquistate dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell’Abruzzo grazie al contributo della Direzione Generale per l’Arte Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo. Accanto ad esse verrà istallato un videoproiettore che permetterà di godere della produzione che De Laurentiis ha realizzato nel tempo, al fine di ridisegnare i percorsi di ricerca culminanti con “I canti della terra”. A questo tema è dedicata l’istallazione, ultima creazione dell’artista, che ricrea sul pavimento un campo di terra al centro del quale è collocata l’opera da cui deriva il titolo. Si tratta di un lavoro non concluso, di grande forza evocativa, che si inserisce nel progetto Arte Natura che tenta di realizzare inediti percorsi artistici e naturali. Giovedì 16 luglio alle ore 18.30 presentazione del catalogo con gli autori: Lucia Arbace, Leo Di loreto, Ivana Di Nardo, Lucia Zappacosta. Saluti del Sindaco Settimio Santilli e dell’assessore alla cultura Elsa Morgante Seguirà reading di Franca Minnucci, con concerto di Michele Avolio e Sara Ciancone dei DisCanto e rinfresco finale. In collaborazione con il Comune di Celano. La mostra resterà aperta fino al 30 settembre

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *