Nuovo Cda per Fondazione Lettomanoppello Città della Pietra

E’ stato rinnovato il consiglio di amministrazione della Fondazione Lettomanoppello Città della Pietra, questa mattina si è svolto l’incontro in Provincia con il presidente uscente Guerino Testa e il vice sindaco Simone D’Alfonso per il passaggio delle consegne tra i vecchi amministratori e coloro che oggi sono stati nominati alla guida dell’ente. Antonio Di Marco è il nuovo presidente della Fondazione, una sfida che si apre all’insegna del rilancio turistico del territorio lettese. “Sono onorato del nuovo incarico – spiega il presidente Di Marco -, il mio intento è quello di ridare alla Fondazione la collocazione degli anni passati, quando attraverso varie iniziative riusciva a valorizzare le qualità artistiche e artigianali di questa città. Manoppello è stata sempre un vetrina importante per la pietra della Majella, con eventi internazionali che fino a poco tempo hanno fatto conoscere questo territorio in Europa. E’ stata istituita nel 2010 una legge regionale a tal proposito, un riconoscimento ufficiale a Lettomanoppello come Città della Pietra”.

Soddisfazione anche da parte del vice sindaco del Comune di Lettomanoppello Simone D’Alfonso: “Apprezziamo il cambio ai vertici della Fondazione per il rilancio della stessa. Siamo certi che il passaggio del testimone possa valorizzare la nostra città. L’amministrazione comunale è disponibile a collaborare con la nuova gestione per ridare vigore anche alla figura artigianale dello scalpellino, che in questo territorio sta riprendendo quota anche tra i giovani. E proprio su questo antico mestiere e sulle bellezze artigianali e artistiche della città a settembre organizzeremo un convegno in rete con la Fondazione. Ci auspichiamo infine di poter continuare la prestigiosa manifestazione “Dieci giornate in pietra”, che tanto ha dato in passato a Lettomanoppello con la presenza di artisti provenienti da tutto il mondo. Un evento che potrebbe creare un importante indotto turistico ed economico per la città ”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *