Castelbasso/Civitella, protagonisti i giovani designer il 30 agosto

A Castelbasso il design moderno si incontra con la tradizione abruzzese il 30 agosto alle ore 21 in occasione di R.I.A.M.A – Revival Innovativo Antichi Mestieri d’Abruzzo a cura di Alessia di Clemente. Promosso dall’Associazione Amici per Castelbasso e realizzato con il sostegno della Regione Abruzzo -Direzione Politiche Attive del Lavoro, della Formazione e Istruzione Politiche Sociali, R.I.A.M.A. è un progetto di riscoperta dei mestieri artigianali attraverso la creatività giovanile, il quale ha contribuito a creare le premesse per la conservazione di alcuni mestieri artigianali del territorio abruzzese, grazie alla progettualità di 10 giovani designer, formati presso l’Università Europea del Design di Pescara, che hanno dato una veste innovativa alle produzioni tradizionali.

L’iniziativa, avviata nel settembre 2012, e che ha visto i giovani designer e le aziende abruzzesi impegnate in una profonda ricerca sulle tradizioni del territorio, in momenti di formazione e in una vera e propria occasione laboratoriale, presenterà i risultati dei project work nati da questa felice interazione a Castelbasso. Saranno Paola Di Michele, Donatella Giardinelli, Flavia Italiani, Marika Luciani, Morena Macerata, Katrina Ozolina, Sharon Ranieri, Simona Taraborrelli, Daniela Vadini, Francesca Vitale i protagonisti di questo confronto con i saperi. Il progetto li vedrà dialogare con 7 figure artigianali abruzzesi: il falegname (Cooperativa Cogecstre – Penne), il fabbro (Maiella Ferro Battuto, Casacanditella (CH)), il sarto (Antica Sartoria S.r.l. – Pescara), il tornitore (AMI srl – Automazioni Meccaniche Industriali – Avezzano), il restauratore (Da Silva Restauri di Da Silva Davide – Pescara), l’artigiano del cuoio (Bambulè di Gianni Di Marco – Pescara) e quello della cera (Arte&Cera – Pescara).

Il progetto, infine, continuerà ad esistere attraverso la creazione di un sito web www.riama.it, un archivio dei saperi storici, teorici e pratici realizzato con il contributo di tutti partecipanti, artigiani e giovani, e pensato a uso in particolare delle nuove generazioni. Il sito sarà una vetrina per i progetti dei 10 partecipanti per commercializzare le loro creazioni, ma è anche una banca dati preziosa che raccoglie storia, tradizioni e saperi antichi recuperati attraverso le varie fasi del progetto.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *