Castelbasso/Civitella, letteratura e musica dal 23 al 25 agosto

Nell’ambito di “Castelbasso/Civitella. Cultura contemporanea nei borghi”, a Castelbasso appuntamenti conclusivi dei cicli “D’estate l’organo” (22 agosto), “Castelbasso Letteratura” (23 agosto) e, con un doppio appuntamento, per “Castelbasso Incontra” (24 e 25 agosto).

In vista del gran finale della manifestazione estiva di Castelbasso/Civitella. Cultura contemporanea nei borghi, non mancano anche questa settimana gli incontri serali nel borgo di Castelbasso, dedicati all’arte, alla letteratura e alla musica promossi dalla Fondazione Malvina Menegaz per le Arti e le Culture.

Giovedì 22 agosto alle ore 21, torna l’appuntamento con la musica del ciclo D’estate l’organo, a cura di Roberto Marini, presso la Chiesa dei SS Pietro e Andrea, con “GALANTERIE: Dell’arguto, del piacevole, dello scorrevole” ovvero lo Stile Galante al di qua e al di là delle Alpi. L’organo di Paolo Bottini è esclusivo protagonista in un concerto interamente dedicato allo “Stile galante”, con tutto l’incanto che lo caratterizza. Esso ne mostra i vari, fascinosi aspetti espressivi, con musiche di autori italiani ed europei. L’inesauribile tavolozza timbrica dell’organo ricrea in modo incomparabile un mondo musicale di grande raffinatezza.

Ultimo appuntamento anche per il ciclo dedicato alla letteratura curato da Renato Minore. Venerdì 23 agosto alle ore 21, Piazza Marchese ospita un incontro tutto al femminile con Romana Petri e il suo romanzo Figli dello stesso padre: tra passioni, gelosie, colpi di scena, prove di forza, il racconto attraversa la storia di una donna tradita da due punti di vista assai diversi. L’autrice costruisce affreschi assai vivi, dosando lo scorrere del tempo con un ritmo fluente e trascinante.

A conclusione della settimana, doppio appuntamento per il ciclo Castelbasso Incontra, curato da Simone Gambacorta. In Piazza Marchese, Sabato 24 agosto alle ore 21, è la volta di Luciano D’amico, il futuro dell’università. Il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Teramo, in conversazione con Gambacorta, parla di un tema attuale e delicato, come quello del rapporto tra l’Ateneo e il futuro del territorio. Domenica 25 agosto, sempre alle 21, l’appuntamento di chiusura è intitolato Il patrimonio artistico italiano. Antonio Carnevale e Stefano Pirovano presentano il libro “Scene da un patrimonio. Ventiquattro interviste per capire e rilanciare il settore dei beni artistici”, sempre in conversazione con Simone Gambacorta.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *