Caramanico, ciclo di incontri su “IL PASTO DEGLI EREMITI” al via il 19 ottobre

Italia Nostra, in attuazione di un accordo con il Comune di Roccamorice, ha avviato dal 4-7-2015 la gestione dell’Eremo di Santo Spirito a Majella.

Attraverso la costituzione di una cooperativa, Ripa Rossa, composta da giovani tecnici e artigiani locali, garantisce l’apertura e la manutenzione del bene, mentre con l’azione della sua Sezione di Pescara, Italia Nostra garantisce la programmazione culturale e la direzione; al contempo il Comune da parte sua sta completando i lavori di un primo lotto di restauri.

I dati relativi alle presenze nei primi due mesi denotano un incremento del 18 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, confermando la correttezza dell’impostazione della gestione avviata.

Ma le attività ipotizzate da Italia Nostra per la promozione del bene si articolano nella predisposizione di una serie di progetti, finanziabili da un’adeguata raccolta fondi, attraverso i quali arricchire l’offerta culturale del sito e quindi divenire motore per l’incremento di qualificate visite e di relazioni tra la presenza del bene e le attività economiche ad esso collegabili insistenti sul territorio.

“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, il tema caratterizzante dell’Expo Milano 2015 coglie l’urgenza di descrivere e confrontarsi sulla storia dell’uomo e sulla produzione di cibo, nella sua doppia accezione di valorizzazione delle tradizioni culturali e di ricerca di nuove applicazioni tecnologiche. L’esposizione vuole rappresentare l’energia vitale che il ciboporta con sé e su questo tema si inserisce la presenza dell’Abruzzo che con i suoi prodotti, frutto della terra e del lavoro dell’uomo, ha voluto evidenziare la tipicità delle produzioni agricole locali che trovano nella ricerca storico-documentaria messa in atto da Italia Nostra una occasione per la valorizzazione degli Eremi celestiniani.

Da queste premesse è nato un progetto promosso e sostenuto dall’Ente Parco della Majella e patrocinato dalla Regione Abruzzo, finalizzato alla riscoperta ed all’approfondimento delle modalità di coltivazione, di trasformazione e di conservazione, ed oggi anche di commercializzazione, di specialità agro-pastorali che rappresentano una prospettiva di sviluppo ecosostenibile per la regione e che servirà a diffondere la conoscenza degli Eremi in Italia ed all’estero; ed il prossimo Anno Giubilare potrà contribuire a raggiungere questo obiettivo se Enti, Associazioni e cittadini collaboreranno per la promozione dei beni culturali e paesaggistici presenti sul territorio.

Gli incontri sul tema “Il pasto degli eremiti”, tenuti da esperti della materia introdurranno il tema dell’alimentazione degli eremiti e dell’organizzazione degli Eremi.

Tutti i partecipanti agli incontri avranno due biglietti gratuiti per la visita guidata dell’Eremo e uno sconto per una cena di alimenti coerenti con quelli degli eremiti presso esercizi situati in vicinanza dell’Eremo di S. Spirito a Majella.

 

Primo incontro

19/10 Caramanico: proff. Fernando Tammaro e Giovanni Damiani

Auditorium San Domenico – Biblioteca comunale – via Vittorio Emanuele I

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *