Campli, Salvatore Di Angelo vince la sagra della porchetta

La coppa del primo classificato è andata al porchettaio Salvatore Di Angelo (nella foto),seguito da Emidio Falasca e dal pari merito, al terzo posto, assegnato a Luciano Mercuri e Fulvio Pallotta. Sempre allo stesso Salvatore Di Angelo è andato il premio speciale della critica. Il vincitore è stato scelto e votato da tre giurie tecniche, composte da enologi, giornalisti, cuochi esperti ed infine da una giuria popolare di 24 elementi, scelta a sorte tra i vari candidati

I primi 3 classificati sono stati omaggiati di trofei offerti da Euro Pubblicità, dalla Provincia di Teramo e dalla Pro Loco ed al primo classificato è andato anche un originale coltello nella cui lama è impressa l’effige del Museo Archeologico Nazionale di Campli, offerto dal Museo stesso. E’ stato inoltre consegnato il premio delle critica intitolato al presidente storico di giuria, Nicola Natali, venuto a mancare lo scorso anno, una targa in ceramica di Castelli impreziosito dallo stemma ufficiale della sagra.

A chiudere in bellezza la serata non è stato il concerto di taranta del gruppo Schiattacorecome da programma, causa maltempo, ma un concerto del gruppo Aura, tenutosi eccezzionalmente nel sottologgiato. .

Fino al prossimo 28 Settembre rimarrà attiva la mostra “PASTORI e MACELLAI – lame e utensili dalla tradizione” presso il Museo Nazionale Archeologico che consentirà di conoscere lame e utensili della tradizione locale, legata all’attività dei porchettai e dei lanaioli camplesi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *