Calcio a cinque: Pescara travolge la Lazio aspettando la Winter Cup

Termina con un netto 7-0 la sfida valida per la 14^ giornata tra i biancazzurri e la Lazio. Match mai in discussione nonostante l’assenza dei vari Rogerio, Canal, Leggiero, Nicolodi, Calderolli e Capuozzo. Tenuti tutti a riposo per ritemprarsi dagli acciacchi ed essere pronti per la ben più impegnativa semifinale di Winter Cup. Visto il divario di forze tra Pescara e Lazio, è Innegabile che il fascino di questa contesa rispondesse quasi unicamente alla curiosità di vedere per la prima volta in maglia biancazzurra il “craque” Betao, che da par suo non ha certo deluso le attese, mostrando un campionario di giocate di così alta scuola da strappare a più riprese applausi spontanei dei tifosi entusiasti.

Prima frazione in equilibrio solo nei minuti iniziali ma il Pescara passati i primi cinque minuti pigia forte sull’accelleratore alla ricerca della rete che sblocchi la partita. Il palo impedisce che il vantaggio arrivi con una secca punizione di Cuzzolino, ma è solo il preludio al gol biancazzurro, che giunge puntualmente al sesto minuto, grazie proprio all’uomo più atteso, Betao, che, lesto nel liberarsi da una stretta marcatura con un movimento classico da pivot si gira e trafigge il portiere biancoceleste Patrizi con un diagonale chirurgico. Sulle ali dell’entusiasmo, gli uomini di Colini insistono nella manovra, alzando ulteriormente il ritmo. Conseguenza logica è che la rete del raddoppio arrivi solo un minuto dopo,al termine di una pregevole azione corale finalizzata da Caputo. A quel punto la Lazio accusa il contraccolpo, esponendosi alle continue folate offensive biancazzurre che, tuttavia, non si traducono nella terza rete, solo per errori di mira millimetrici. Si va così al riposo sul risultato di 2-0.

Ripresa che parte con il medesimo copione, cioè con il Pescara che macina gioco e e che continua a pigiare sull’acceleratore e con la Lazio incapace di abbozzare una reazione credibile. Non sorprende dunque che gli uomini di Colini mettano in ghiaccio la partita già nei primi due minuti, prima con Rescia e poi, di nuovo, con Betao, che sfodera un’altra prodezza balistica dalla distanza che lascia di pietra il malcapitato Patrizi.. Con il passare dei minuti nulla sembra poter interrompere il monologo della truppa di Colini e solo i ripetuti pali, alla fine saranno in totale otto, impediscono al Pescara di incrementare ulteriormente il vantaggio. La Lazio incautamente tenta la via del recupero attraverso l’inserimento del portiere di movimento ma a Lara bastano pochi attimi per approfittare della porta sguarnita ed infilare la rete del 5-0. Gli ultimi minuti scorrono solo per inerzia, con i laziali inermi ed i biancazzurri che gonfiano la rete in altre due occasioni, con Cuzzolino e Grello. Si chiude con un 7-0, ingeneroso per l’impegno profuso dai laziali ma sin troppo contenuto se si conteggia anche la messe larghissima di legni colpiti dai biancazzurri. Da domani, messo da parte il campionato, si penserà alla Winter Cup, dando inizio ad un altro tour de force di gare che si concluderà solo il 20 gennaio, dando spazio di nuovo alla Nazionale Italiana. Da martedì ci si trasferisce in terra sabina e si tornerà a far sul serio. Toccherà alla Cogianco fronteggiare i delfini in una gara attesa come altamente spettacolare. Non resta che attendere !

ASD PESCARA – SS LAZIO (2-0) 7 – 0

Marcatori: Betao 6.20, Caputo 7.14, Rescia 20’56, Betao 22’08, Lara 31’30, Cuzzolino 39’41, Grello 39’55

Ammoniti: Nardacchione (L); Borruto (P)

Pescara: Garcia Pereira, Ercolessi, Caputo, Salas, Rescia , Borruto, Chiavaroli, Betao, Cuzzolino, Lara, Grello All.: Colini

Lazio: Patrizi, Scalambretti, Gioia, Sachet, Cittadini, Fortini, Pacheco, Chilelli D. , Nardacchione, Schirone, Escosteguy, Chilelli T. All.: Mannino

Arbitri: Galo di Torre Annunziata, Spinazzola di Barletto

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *