Calcio a cinque: Pescara travolge 5-1 Lokomotiv

Colini schiera in partenza Capuozzo, Leggiero, Canal, Rogerio e Grello e ancora una volta buon avvio per la squadra biancazzurra che dopo 1’38” trafigge Ivanyak con Rogerio che sfrutta un assist di Mauro Canal. Gli ucraini reagiscono ma con conclusioni prevalentemente fuori misura, rendendosi veramente pericolosi solo una volta con Sorokin che colpisce il palo alla destra di Capuozzo. È il Pescara a sfiorare più volte il raddoppio e alla fine a coglierlo, andando in rete al 15’38” sempre con Rogerio ben servito da Leggiero. Poi fino al suono della ripresa poco o nulla, fatta eccezione per un calcio di punizione, causato da un fallo di Grello, ammonito nell’occasione, e ben parato da Capuozzo.

Si riparte con Capuozzo, Leggiero, Rescia, Canal e Rogerio. Il pivot biancazzurro, in serata di grazia, firma il suo hattrick dopo 2’24” della ripresa, assestando un colpo terribile alle ambizioni di rimonta del Kharkiv. Ercolessi al minuto cinque si fa ammonire per un intervento su Bondar ritenuto troppo ruvido dagli arbitri. Batte la punizione Ovsyakov ma Capuozzo, in grande spolvero, para con sicurezza. Poco dopo è lo stesso Capuozzo a finire sul taccuino degli ammoniti per un fallo commesso su Fedorchenko. Questa volta calcia la punizione Rogachov ma il portiere biancazzurra non si lascia sorprendere, sventando ancora una volta la minaccia. È il momento di massimo sforzo degli ucraini che cercano disperatamente un gol che riaccenda le loro speranze di rimonta. E’ il nono minuto quando Kiselyov trova un passaggio filtrante per Fedorchenko che batte Capuozzo, depositando la palla in rete. A svantaggio ridotto, gli ucraini alzano i toni agonistici e a farne le spese è Borruto, colpito duramente da Bondar, che viene prontamente ammonito. Si entra nei cinque minuti finali, il Lokomotiv inserisce il portiere di movimento ma la Capuozzo&Company regge l’urto con la necessaria lucidità. Capuozzo a -3’46” dalla fine intercetta e lancia Calderolli che realizza la quarta segnatura per il Pescara. Vittoria in ghiaccio e con essa la virtuale qualificazione alla fase Èlíte. Cuzzolino, grazie a un tiro libero, nel finale arrotonda il risultato sul 5-1 ed è festa grande per i biancazzurri.

Se l’Italia dopo qualche anno finalmente tornerà a riassaporare il gusto delle sfide con le squadre più forti del continente, è per merito esclusivo del Pescara, ancora una volta dimostratasi pienamente all’altezza della missione europea. La società ha già compiuto i passi ufficiali per ospitare la fase successiva, Si attende con cauto ottimismo una risposta positiva che riempirebbe d’orgoglio e di gioia tutto l’Abruzzo del Futsal.

 

PESCARA-LOKOMOTIV KHARKIV (2-0) 5-1

 

PESCARA: Capuozzo, Leggiero, Rogerio, Canal, Grello, Ercolessi, Caputo, Rescia, Salas, Calderolli,Borruto, Nicolodi, Cuzzolino, Garcia Pereira. All.Colini

LOKOMOTIV KHARKIV: Ivanyak, Bondar, Zhurba, D. Sorokin, Ovsyannikov, Shoturma, Fedorchenko, Valenko, Rogachov, O.Sorokin, Shamli, Savenko, Kiselyov, Lytvynenko. All. Ryvkin

MARCATORI: 1’38” p.t. Rogerio (P), 15’38” Rogerio (P), 2’24” s.t. Rogerio (P), 8’46” Fedorchenko (LK), 16’14 Calderolli (P), 18’28” Cuzzolino (P).

AMMONITI: Grello (P), Ercolessi (P), Capuozzo (P), Bondar (P)

ARBITRI: Vitali Rakutski (Bielorussia), Gerald Bauernfeind (Austria). CRONO: Tarik Keco (Bosnia)

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *