Calcio a cinque: Pescara, sfuma la finale di Winter Cup

Si parte subito a buon ritmo con due pericolose conclusioni di Canal e Rogerio per il Pescara e due legni colpiti da Ippoliti e Luizinho per la Cogianco. Partita in equilibrio ma è la Cogianco ad andare in vantaggio sfruttando un angolo raccolto da Japa Vieira su assist di Waltinho. Caputo ci prova dalla distanza ma Molitierno attentissimo devia la palla in angolo. Rogerio e Betao si alternano in posizione di pivot ma i laziali riescono con una difesa asfissiante a non concedere ai due alcuno spazio. Ancora Caputo cattura palla e si lancia in una transizione che conclude lui stesso con un tiro che si perde di un soffio alla destro del portiere della Cogianco. Il pareggio arriva al 15’ quando Salas trova un’imbucata al millimetro per Rescia che di prima infila Molitierno con un diagonale. La Cogianco accusa il colpo e un minuto dopo il Pescara ribalta il risultato ancora con Rescia assistito da Betao. I biancazzurri a questo punto vanno in controllo con la Cogianco che non mostra grande incisività se non nei secondi finali quando Leandro compie una bella parata su tiro di Waltinho. Si va così alò riposo con gli uomini di Colini in vantaggio per 2-1.

Si riparte con un bel tiro di Canal neutralizzato di piede da Molitierno. La replica è di Vieira che prima costringe Leandro a una grandissima parata di Leandro e che poi con una finezza, calciando al volo di esterno destro, colpisce la traversa. La Cogianco vola, spingendo forte sull’acceleratore e con Ippoliti scheggia il quarto legno della serata. Waltinho guadagna un calcio di punizione da zona pericolosissima e Ruben coglie il pareggio, approfittando di un’apertura improvvida della barriera biancazzurra. Rescia sfiora la tripletta con un colpo di tacco parato d’istinto dal portiere laziale ma la Cogianco ribalta di nuovo il risultato con una transizione bruciante sfruttata al meglio da Waltinho. Il Pescara reagisce con una percussione di Salas conclusa da Rescia ma gli uomini di Musti si salvano in angolo. Ci provano ancora Betao e Rescia ma niente da fare ed è invece ancora la Cogianco a sfiorare un gol salvato con un intervento alla disperata di Caputo. A questo punto però ci pensa Grello a trovare il pareggio con un gol fantastico. Prima elude JapaVieira con un tunnel e poi infila Molitierno con un diagonale all’incrocio. 3-3 e la gara si fa bellissima. Sullo slancio il Pescara ribalta ancora una volta il risultato con un tiro di Ercolessi che fulmina letteralmente Molitierno. Fioccano a questo punto le occasioni da una parte e dall’altra ed è quasi impossibile annotare tutte le conclusioni. Ancora una distrazione dei pescaresi su palla ferma e da angolo Luzinho trova il pareggio del 4-4. La partita sembra scendere di ritmo ma la Cogianco con Waltinho sfrutta una seconda palla, respinta da Leandro su Luzinho, per riportarsi ancora in vantaggio. Pasticcio degli arbitri che permettono una ripartenza ai laziali non penalizzandoli per la mancata distanza su un angolo battuto da Rescia. L’errore permette ai laziali di poter realizzare il gol del 6-4 con Boaventura. Il Pescara inserisce Ercolessi come portiere di movimento ma la Cogianco regge botta, permettendo a Waltinho di firmare la sua tripletta di giornata. I biancazzurri non mollano, Rogerio a 120” dalla fine accorcia le distanze, Canal subito dopo coglie il palo e Rescia non trova il pallone a pochi centimetri dalla porta. La partita per il Pescara si chiude qui ma non per la Cogianco che trova con Ruben il gol del suggello finale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *