Calcio a cinque: biancazzurri in Final Four dopo il successo con Halle Gooik

Nuova vittoria per il Pescara, una vittoria dal sapore ancora più dolce: la vittoria del Zelezarec ai danni del Tulpar nella gara pomeridiana, rende già realtà la fase finale della Uefa Futsal Cup, con una giornata d’anticipo. Ininfluente sarà infatti l’esito della gara di sabato contro i kazaki, in quanto gli unici che possono eventualmente appaiare gli uomini di Colini a quota sei, ovvero i macedoni dello Zelezarec, hanno lo svantaggio dello scontro diretto.

Avvio che, come da pronostico, vede il Pescara premere sull’accelleratore e tentare di imporre il proprio gioco. Nonostante un paio di ghiotte occasione è però subito chiaro che i belgi sono compagine ostica e organizzata e che scardinare il loro muro difensivo non sarà compito facile. Col passare dei minuti, infatti, la manovra dei biancazzurri si fa sempre meno fluida, mentre gli uomini di Vanderlei, oltre a non mollare di un centimetro, si rendono, in più di un occasione, pericolosi in ripartenza. L’occasione per sbloccare la gara giunge tuttavia sui piedi degli uomini di Colini, ed è di quelle fra le più ghiotte, ma il penalty conquistato da Rescia viene sprecato da Cuzzolino. La partita scorre, rognosa e combattuta, senza che i biancazzurri, imbrigliati dalla tattica difensiva dei belgi, trovino ritmo e spazi per far male. Un riposo a reti inviolate sembra un’ ipotesi non più remota ma in due minuti succede di tutto: al 18′ ecco giungere il vantaggio dell’ Halle Goik, su azione di contropiede finalizzata da Texeira. Lo schiaffo subìto rappresenta però l’episodio che sprona i nostri ad alzare l’asticella della loro prestazione e tale atteggiamento viene premiato immediatamente con la rete siglata da Borruto. Pareggio che non sazia assolutamente i campioni d’Italia e che anzi dà il viatico alla bella rete con cui Calderolli consente al Pescara di concludere in vantaggio una prima frazione complicata.

Secondo tempo che parte col medesimo copione del primo, cioè con la compagine di Colini in possesso delle redini del gioco e i belgi che, nonostante lo svantaggio, non stravolgono la loro tattica volta esclusivamente al contenimento. Il piglio dei biancazzurri è però decisamente diverso e la terza segnatura, realizzata nuovamente da Borruto, su tiro deviato, non può che rappresentarne la logica conseguenza. E’ solo a quel punto che l’ Halle Gooik è costretto a metter via il suo abito abbottonato, ma nemmeno l’utilizzo del portiere di movimento arrreca particolari grattacapi dalle parti di Capuozzo. Il Pescara controlla e, sornione, punisce, con Calderolli che approfitta dell’assenza del portiere per mettere a segno anch’egli una doppietta. La generosità dgli ospiti viene ripagata dalla rete di Trussart, che rende meno amaro il punteggio ma che non comporterà nessun finale thrilling al Giovanni Paolo II. Vince il Pescara, che vola alle final four.

ASD PESCARA- HALLE GOOIK 4-2

Marcatori: Texeira (H) 18′, Borruto (P) 19′, Calderolli (P) 19′, Borruto (P) 24′, Calderolli 35′ (P), Trussart (H) 37′

AMMONITI: Cuzzolino (P), Leo (H), Rahou (H)

ESPULSI: Canal (P), Leggiero (P)

PESCARA: Capuozzo, Caputo, Canal, Calderolli, Rogerio, Garcia Pereira, Ercolessi, Leggiero, Rescia, Salas, Borruto, Grello, Nicolodi, Cuzzolino All. : Colini

HALLE GOIK: Mageren, Dujacquer, Sababti, Manfroi, Zouggaghi, Van Aeken, Leo, Texeira, Pereira Gouveia, Chaibai, Rahou, Trussart All.: Vanderlei

ARBITRI: Diaz (SPA), Onatsu (FIN)

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *