Bando per tesi di laurea “Osservando il volontariato”

L’Osservatorio sul Volontariato dell’Università Cattolica – sede di Brescia – e l’Anteas di Brescia hanno indetto il terzo bando per tesi di laurea specialistica o di dottorato avente per oggetto il volontariato, da cui il titolo “Osservando il Volontariato”.

Le precedenti edizioni hanno visto una massiccia partecipazione di giovani da ogni parte d’Italia con contributi interessanti e originali.

Anche quest’anno saranno premiate due tesi, con un premio di 2.000,00 euro ciascuna.

Per scaricare il bando clicca qui.

L’Osservatorio sul Volontariato dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.

Cosa fa
– Attività di ricerca. L’Osservatorio realizza, collabora o incentiva
iniziative di studio e ricerca, locali e sovra territoriali.
– Attività di formazione. L’Osservatorio collabora alla formazione iniziale
e in servizio dei volontari.
– Attività di sensibilizzazione. L’Osservatorio progetta eventi culturali e
promozionali su problemi sociali e di sensibilizzazione al volontariato.

Cosa ha prodotto
Presso La Scuola Editrice, l’OV ha avviato una specifica collana, intitolata
“Essere, crescere volontari” che ha pubblicato:
L. Pati (a cura di), Famiglie affidatarie risorsa della comunità, 2008.
E. M. Tacchi (a cura di), Il volontariato tra scelte politiche, impegno
sociale e funzioni di advocacy, 2009.
L. Pati (a cura di), Il rischio scelto. La formazione alla sicurezza per le
organizzazioni di volontariato, 2010.
L. Pati (a cura di), Formare alla cura dell’altro. Volontariato e sofferenza
adulta, 2011.
A. Fantauzzi, Antropologia della donazione, 2011.
E. Marta (a cura di), Costruire cittadinanza. L’esperienza del Servizio
Civile Nazionale Italiano, 2012.
(Altri studi sono in corso di stampa).

Com’è organizzato
L’Osservatorio è dotato di un Comitato Scientifico composto da
rappresentanti del CSV di Brescia e da docenti dell’Università Cattolica:
Gianpietro Briola, Gianni Vezzoni, Luigi Pati, Enrico M. Tacchi, Elena
Marta. Direttore dell’Osservatorio è Luigi Pati.

Cosa ha realizzato
Attività di RICERCA. Tra i filoni di ricerca, vi sono:
– Famiglie affidatarie, risorsa del volontariato;
– Formare il volontariato alla sicurezza;
– Modelli per la formazione del volontariato nel settore della sofferenza
cronica;
– Servizio civile nazionale dei giovani: tra strumento di crescita e
sensibilizzazione al volontariato;
– La condivisione nella prassi e nei valori delle associazioni di
volontariato. Una teoria sostantiva e alcune proposte operative attraverso
la grounded theory;
– Educazione terapeutica in pediatria.
– I rapporti intergenerazionali nelle organizzazioni di volontariato.
– Gli elementi distintivi del volontariato.

Seminari
– Famiglie affidatarie: risorsa del volontariato (6 marzo 2008);
– Costruire fratellanza. Il contributo del volontariato alla società
(10 giugno 2009);
– I giovani per il volontariato. Il contributo dei giovani
ricercatori allo studio del volontariato (10 novembre 2009);
– Il rischio scelto. La formazione alla sicurezza per le
organizzazioni di volontariato (15 ottobre 2010);
– Formare alla cura dell’altro. Volontariato e sofferenza adulta (in
collaborazione con Fondazione Poliambulanza, CSV, Auser, Anteas e AVIS) (10
maggio 2011);
– Servizio Civile Nazionale: strumento di costruzione di
cittadinanza (2 luglio 2012).
– Verso un volontariato… giovane. I rapporti intergenerazionali
nelle associazioni di volontariato (11 ottobre 2012).

Formazione
L’OV è stato coinvolto in progetti formativi sui seguenti temi:
– dinamiche relazionali e processi organizzativi;
– le motivazioni all’agire volontario;
– la comunicazione nel e del volontariato;
– la dimensione etica del volontariato;
– la funzione di coordinamento dei volontari;
– scuola e promozione del volontariato;
– cinema e promozione della solidarietà.

Bandi per tesi di laurea
L’OV ha promosso due bandi per un totale di n° 4 tesi di laurea
specialistica o dottorato riguardanti il Volontariato.

Incontri con autori
Sono stati realizzati due cicli di incontri con autori di studi recenti. Per
l’anno 2013 è previsto un altro ciclo di incontri.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *