Bando “culturability”, selezionata Startup di Lanciano, Cooperativa Designer Italiani

È CODE0039: Cooperativa Designer Italiani il progetto abruzzese di startup selezionato fra le oltre 800 proposte imprenditoriali presentate per il Bando “culturability – fare insieme in cooperativa” da 3 mila giovani under 35 di tutta Italia. CODE0039 fa parte dei quindici progetti a cui andrà il contributo economico, previsto dall’iniziativa promossa da Fondazione Unipolis con l’obiettivo di supportare la nascita di startup create da under 35 nei settori culturale e creativo.

Al centro del progetto, che avrà sede nella città di Lanciano (CH), l’idea di creare una rete di giovani designer che verranno promossi con un unico brand dedicato a oggetti autoprodotti, 100% Made in Italy, low cost e sostenibili. 0039 come il prefisso italiano per il marchio ideato dai 7 designer under 35 abruzzesi che hanno presentato il progetto. La cooperativa offrirà un’infrastruttura fisica e virtuale per supportare i creativi, occupandosi della distribuzione e commercializzazione dei loro prodotti. Ulteriore obiettivo sarà lo sviluppo di un proprio e-shop e di store virtuali diffusi attraverso un progetto pilota di realtà aumentata, fino alla realizzazione di una serie di negozi temporanei ed itineranti.

Nei giorni scorsi la Commissione di Valutazione, appositamente costituita, ha concluso i propri lavori di analisi e confronto, scegliendo le 15 neo imprese tra i 272 progetti imprenditoriali, completi di business plan e piano economico finanziari, inviati entro il 31 ottobre scorso. Ciascuna nuova impresa riceverà un contributo di 20 mila euro a fondo perduto – per un totale complessivo di 300 mila euro – oltre ad un’attività di supporto e mentoring per accompagnare le cooperative sul mercato.

Si conclude così un percorso durato quasi un anno, che ha visto nella fase iniziale la partecipazione di ben 824 progetti presentati 3 mila giovani, in maggioranza donne, provenienti da tutta Italia. I 15 progetti selezionati vedono direttamente protagonisti 66 giovani, i quali hanno così messo le basi per creare altrettanti posti di lavoro, che potranno aumentare in virtù del consolidamento delle iniziative imprenditoriali. Si tratta di progetti e modelli di business diversi tra di loro, che testimoniano il grande fermento e le tante energie che si muovono nel mondo creativo e culturale italiano. Soprattutto, sono espressione dell’ingegno e della capacità dei tanti giovani che vogliono essere protagonisti e imprenditori del proprio futuro.

L’elenco completo dei 15 progetti selezionati è disponibili sul sito www.culturability.org

Le nuove cooperative si costituiranno a inizio 2014 con il supporto della Fondazione Unipolis e dei professionisti messi a disposizione dai partner del bando: Unipol Banca e Unipol Assicurazioni, Legacoop con la sua rete di servizi centrale e territoriale, Generazioni, SeniorCoop, Coopfond. I giovani potranno contare sulla consulenza e l’aiuto di persone competenti, in grado di aiutarli nella risoluzione dei tanti problemi che comporta la costituzione di una nuova azienda e soprattutto il suo inserimento nel mercato, a partire dalla convinzione che il denaro per l’avvio è importante, ma non basta. Allo stesso tempo, con il supporto della Fondazione <ahref, verrà creato uno storytelling online che racconterà il percorso e la crescita delle neo-nate imprese.

La Commissione di valutazione, presieduta da Pierluigi Stefanini, presidente del Gruppo Unipol e di Fondazione Unipolis, era composta da don Vinicio Albanesi – Presidente Comunità di Capodarco, Chiara Bertelli – Legacoop Generazioni, Giuseppe Cogliolo – Past CEO McCann Italia e Vice Chairman McCann Worldgroup Italia, Luca De Biase – Presidente Fondazione <ahref, Walter Dondi – Direttore Fondazione Unipolis, Giancarlo Ferrari – Direttore nazionale Legacoop, Gianluca Fiorentini – Dipartimento di Scienze Economiche Università di Bologna, Giuseppina Gualtieri – Presidente TPER, Pierluigi Sacco – Docente Economia della Cultura Università IULM, Marino Sinibaldi – Direttore Radio Rai 3, Luciano Sita – Associazione SeniorCoop, Renato Soru – Presidente e AD Tiscali. SINTESI DEL PERCORSO DEL BANDO

Prima fase (febbraio – maggio 2013)

Lancio e promozione del bando sul web e attraverso 17 incontri fisici e virtuali organizzati sul territorio, nel corso dei quali sono stati incontrati oltre mille giovani. L’invio delle idee progettuali è stato gestito interamente online sul sito del bando www.culturability.org. Contemporaneamente, i partecipanti hanno potuto pubblicare informazioni aggiuntive sui progetti, materiali multimediali e altro, sulla piattaforma Timu della Fondazione <ahref. Risultato: 824 progetti d’impresa presentati da 2.932 giovani (1.640 donne e 1.292 uomini con età media 28,7 anni) provenienti da tutte le regioni italiane (tranne la Val D’Aosta). A maggio è stata effettuata una prima selezione di conformità ai requisiti del bando, superata da 581 progetti. L’elevato numero delle proposte arrivate ha portato la Fondazione Unipolis ad aumentare il budget da 200 a 300 mila euro, decidendo così di sostenere 15 cooperative, anziché le 10 previste originariamente.

Seconda fase (giugno – luglio 2013)

Organizzazione di 13 incontri di coaching sul territorio dedicati ai 581 progetti ammissibili (invitato un referente per progetto, per un totale di 500 partecipanti effettivi), per fare formazione su cos’è una cooperativa, come si elabora un business plan, strumenti di credito, marketing e comunicazione.

Terza fase (luglio – ottobre 2013)

Dopo gli incontri, i partecipanti sono stati supportati nella redazione del business plan dalle stesse strutture locali della Legacoop. Entro il 31 ottobre, è stato inviato il progetto imprenditoriale definitivo per la valutazione finale. Alla scadenza, sono arrivati 272 progetti completi di business plan e piano economico finanziario.

Quarta fase (novembre – dicembre 2013)

La Commissione di Valutazione ha esaminato i 272 progetti e selezionato i 15 progetti vincitori a cui andranno contributo economico e attività di mentoring.

Quinta fase (da gennaio 2014)

Costituzione delle cooperative, versamento del contributo di 20 mila euro e attività di supporto.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *