Avezzano, spettacolo “ No storia di un rifiuto” il 25 aprile

In occasione della Festa della liberazione del 25 aprile l’associazione Teatri dei Marsi del presenta al pubblico Marsicano un importante e intenso spettacolo teatrale sul tema della resistenza al nazifascismo: ‘ No storia di un rifiuto’ di e con Giacomo Vallozza. Nell’ambito della Stagione teatrale e musicale del Teatro di Palazzo Botticelli a Collelongo verrà presentato una produzione del Teatro Stabile Abruzzese, uno spettacolo di narrazione che nasce dall’esigenza dell’autore-attore di confrontarsi con la storia dell’Italia e degli italiani durante la seconda guerra mondiale attraverso la figura del padre . Scrive Giacomo Vallozza, autore e interprete dello spettacolo: NO è una storia dimenticata che voglio raccontare vagando sulle tracce di mio padre, militare italiano internato nei lager tedeschi dal 14 settembre del ’43 al 6 aprile del ’45, quando fu liberato dalle truppe canadesi nell’ospedale di Füllen, famigerato campo della morte. NO è il tentativo di dare voce a seicentomila soldati che, senza accordi prestabiliti, hanno, a rischio della loro stessa vita, detto NO al nazifascismo e gettato le basi per una nuova Italia, la cui sintesi è nell’Articolo n. 11 della Costituzione: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”. NO è una sfida lanciata alla storia, ripercorrendo le vicende che hanno portato alla seconda Guerra mondiale, la catastrofe più grave nel cammino dell’umanità: 55 milioni di morti, 40 milioni solo in Europa, più di metà civili. NO è anche un voler chiedere perdono alle innumerevoli vittime provocate dagli italiani nella folle corsa alla conquista di altri territori. Quarto appuntamento della stagione teatro e Musica a Palazzo Botticelli organizzata dall’Associazione i Teatri dei Marsi in collaborazione con il Comune di Collelongo che nell’alternanza tra proposte musicali e teatrali, tutte di ottimo livello artistico sta riscuotendo un ottimo riscontro di pubblico.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *