Avezzano, Premio Angitia dei Marsi: sul palco Je Furne de Zefferine e premiazione dei vincitori

Su il sipario al Castello Orsini Colonna, parte la III edizione della rassegna di teatro amatoriale “Premio Angitia dei Marsi” organizzata dall’associazione Je Furne de Zefferine con il patrocinio del Comune di Avezzano: la rassegna vedrà salire sul palco sette gruppi: 5 compagnie abruzzesi, una laziale e una siciliana, il Velarium di Palermo, -compagnia proveniente dalla Sicilia nell’ambito di uno scambio culturale- che aprirà la rassegna teatrale con in palio l’ambito “Premio Angitia dei Marsi”. Nell’ambito della rassegna verranno inoltre assegnati altri premi di merito e un riconoscimento di “gradimento” stabilito mediante votazione espressa dal pubblico degli abbonati presenti in sala. La carrellata di appuntamenti chiude i battenti il 17 marzo 2013.

17/03/2013 ore 17,00 – Premiazione dei vincitori della Rassegna.

Seguirà

JE FURNE DE ZEFFERINE con “Finché mòrte ‘n gé separa” di Sergio Marolla.

Giovanni è un impiegato dell’Ufficio Nettezza Urbana del Comune, nonché pittore dilettante. Questa sua innata passione per la pittura è continuamente svilita e disprezzata dalla moglie Margherita e dai cognati Gelsomina e Vittorio che abitano in casa con lui, a causa dell’eterno stato di indigenza della coppia dovuta alla cronica mancanza di un lavoro, in verità, ricercato senza troppo affanno da parte di Vittorio.

Quando la notizia che a Giovanni restano solo pochi mesi di vita a causa di un brutto male, giunge a casa durante una sua temporanea assenza, i suoi familiari decidono di tenergli nascosto l’atroce destino, deducendo di fargli vivere quel poco tempo che gli resta nel miglior modo possibile, esaudendo ogni suo piccolo desiderio.

Giovanni però non comprende questo cambiamento di atteggiamento nei suoi confronti e c’è una domanda ricorrente alla quale non riesce a dare una risposta:

“Perché chi mi ha sempre denigrato, ora mi tratta da re?”

La risposta non tarderà ad arrivare.

Regia: Franca Di Cicco

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *