Avezzano e Atri, “Questo bimbo a chi lo do” in scena il 12 e 13 febbraio

Il 12 febbraio ad Avezzano al Teatro Comunale dei Marsi alle ore 21,00 e il 13 febbraio ad Atri al Teatro Comunale sempre alle ore 21,00 andrà in scena Questo bimbo a chi lo do?, commedia scritta e diretta da Eduardo Tartaglia. Con Eduardo Tartaglia, Veronica Mazza e con Anna Fiorelli, Helene Nardini, Gianni Parisi, Gennaro Piccirillo, Stefano Sarcinelli, Eduardo Tartaglia torna in scena, per la stagione teatrale allestita dall’ATAM, con il lavoro dal titolo “Questo bimbo a chi lo do?”, scritto e diretto alla sua maniera: semplice, genuina ed esilarante.

Una commedia moderna, che tratta argomenti seri. Al centro della vicenda c’è, infatti, la maternità surrogata con un “utero in affitto”, che una coppia di vip acquistano per salvare la carriera di lei. Irena è la classica esponente di quella nuova categoria sociale di giovani donne che costruiscono la carriera sulla loro avvenenza, tra ospitate televisive, copertine di giornali e presenze nei talk show. Il marito, Tommaso, è un ex calciatore di buon livello, che annaspa in una disastrosa carriera di allenatore. Quando la spietata legge dello show business reclama volti nuovi e nuove storie anche la carriera di Irena entra in crisi. Per rimediare a questa pericolosissima deriva verso l’anonimato, la soluzione più facile sembra essere la maternità, con la sua carica di irresistibile tenerezza. Ma, per evitare i rischi “estetici” di una gestazione, i due decidono di ricorrere a “un utero in affitto”. Trovano una coppia disposta ad acconsentire, ma non mettono in conto le reazioni emotive, i tumulti psicologici e sentimentali, i dubbi e le incertezze che la nuova situazione potrà scatenare. La vicenda narrata pare fare il verso alla goffaggine di tanti personaggi delle cronache recenti, inadeguati sia dal punto di vista morale che materiale. Si ride della difficoltà e del disagio dinanzi a un problema che occorre risolvere e dell’affanno che provoca questa inadeguatezza. Ma la coppia protagonista, vittima solo in apparenza di un’epoca becera, conserva quella base di valori che la condurrà a fare la scelta giusta al giusto.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *