Arte e archeologia alla Galleria del Gusto. L’artista Venditti dedica un murales ai Cunicoli di Claudio

Arrivando alla Galleria del Gusto non si può non notare uno splendido murales, di oltre 40 metri quadri, che campeggia nel parco delle erbe e delle piante abruzzesi allestito dal GAL Gran Sasso Velino.

Un dipinto su muro esterno, eseguito con la tecnica del Trompe l’Oeil, che raffigura i Cunicoli di Claudio, la maestosa opera di architettura idraulica costruita 2000 anni fa dai Romani in occasione dei primi tentativi di prosciugamento del lago Fucino.

Il murales è stato scoperto durante l’inaugurazione della Galleria del Gusto, il 17 settembre ed è opera dell’artista Antonello Venditti, nato ad Avezzano nel 1975.

Scopre la pittura ad olio all’età di 8 anni partecipando ai primi concorsi scolastici, per poi arrivare alla sua prima personale di pittura all’età di 14 anni. Diplomatosi all’I.S.A. di Avezzano, in arte dei metalli e oreficeria, prosegue gli studi all’accademia di belle arti in Roma seguendo il corso con il maestro Aldo Turchiaro.

Presta servizio di leva presso la caserma “Pasquali” dell’Aquila, dove realizza importanti pitture murali ed esegue 25 tavole commissionate dal generale del corpo d’armata. Dopo il 1997 si ritrasferisce a Roma dove prosegue la sperimentazione con la pittura acrilica, cercando di affinare la stessa tecnica lavorando come copista.

Tra estemporanee di pittura, concorsi anche internazionali e coinvolgimenti in rappresentazioni artistiche, riesce a rappresentare il “mito”, la leggenda e il mondo classico in modo inconsueto, attraverso simbolismo e tecnica e proponendo al pubblico i corpi delle “Anime Immortali”.

La pittura acrilica funge da padrona in tutta la sua opera e la sua tecnica diventa un’innovazione del realismo. Copie d’autore importanti, realizzate con colori acrilici, diventano così un segno che lo caratterizza come pittore “dalla marcia in più”, che si distingue tra gli altri copisti.

Successivamente affronta anche il “Fantasy” illustrando favole e copertine e nell’agosto del 2010 partecipa all’importante 13° Fiera internazionale d’Arte di pechino con 6 opere pittoriche.

AGEA, 18 settembre 2015

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *