Arsita, canzoni e racconti dell’emigrazione italiana il 18 ottobre

Gli italiani emigrati oltre confine affidavano alle parole e alle melodie le speranze di una vita migliore, la nostalgia dei piccoli paesi e degli affetti che avevano lasciato. Sabato 18 ottobre il gruppo etnico il Passagallo aprirà la valigia dei tanti italiani all’estero tirandone fuori le canzoni e le testimonianze dirette di quei viaggi della speranza, così simili a quelli degli immigrati di oggi, raccontando una parte importante della nostra identità nazionale. Lo spettacolo si terrà sabato 18 ottobre alle ore 21 nella sala Polivalente di Arsita. Sul palco Carlo Di Silvestre (chitarre, calascione, voce), Graziella Guardiani (canto, flauti), Guerino Marchegiani (fisarmonica, organetto, voce) e Antonella Ciaccia (voce narrante). L’ingresso è gratuito.

Il gruppo etnico il Passagallo svolge dal 1998 un’intensa attività concertistica e seminari-studio presso teatri ed enti culturali in Italia e all’estero. La sua crescita artistica è maturata attraverso un percorso caratterizzato dall’indagine sul campo delle fonti orali, dallo studio dei repertori e dalla ricerca di un personale stile musicale.

Dopo Arsita, la rassegna sui talenti e i temi “emergenti” dell’area mediterranea continuerà il suo tour lungo i 13 comuni della Provincia di Teramo che hanno aderito all’iniziativa. Cinque mesi di eventi e spettacoli, inaugurati il 22 agosto scorso, per riflettere sui confini sociali, culturali e geopolitici che attraversano la nostra società.

“Confini”, quarta edizione di Emergenze Mediterranee, è organizzata dalla Sezione italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, la Regione Abruzzo, la Provincia di Teramo e l’Università degli Studi di Teramo e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Teramo.

La Sezione italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo, fondata a Teramo nel 2009, è il partner italiano della Fondazione spagnola Instituto Internacional del Teatro del Mediterráneo. Organizza iniziative che incrementino il dialogo, la cooperazione e la solidarietà tra i popoli.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *