“Ambasciatori della fame” ricordano Filippo Corridoni

Oggi l’Associazione “Ambasciatori della fame” ha voluto ricordare, in occasione del centenario della sua morte, il grande ed eroico sindacalista FILIPPO CORRIDONI. Per il Presidente onorario Geremia Mancini: “ Corridoni spese tutta la sua esistenza per lottare contro le ingiustizie, i soprusi e le diseguaglianze ed oggi più che mai in questa Italia c’è bisogno di raccogliere il suo testimone ideale.”

FILIPPO CORRIDONI

Sicuramente uno degli eroi della guerra 1915-18 più cari al popolo. Nato a Pausula (Marche) il 19 agosto 1887; caduto in combattimento sul Carso, alla “trincea delle frasche” il 23 ottobre 1915. Benché inabile alle fatiche di guerra riuscì a farsi inviare, volontario, al fronte dove nel coraggio di servire la sua Patria trovò la morte. Vero “ apostolo del lavoro ed eroe della patria”.

Oggi Geremia Mancini Presidente onorario dell’Associazione “Ambasciatori della fame” ed ex Segretario Generale della Ugl, ha voluto onorarlo deponendo fiori a Pescara in Piazza Garibaldi dinanzi al Monumento dedicato “ai caduti italiani di tutte le guerre”.

Per geremia Mancini: “Oggi più che mai l’azione, il coraggio ed il sacrificio di uomini come Filippo Corridoni meritano di essere ricordati e portati ad esempio alle nuove generazioni. In questa Italia dove i diritti degli ultimi sono quotidianamente svenduti per favorire i più forti ci sarebbe bisogno di uomini come lui. Raccogliere, senza farlo cadere, il suo testimone è la nostro missione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *