Al FAI Salotto la “Piccola inchiesta sul provincialismo”

Esordio migliore non poteva esserci. La quinta stagione del FAI Salotto, il ciclo di incontri culturali organizzato dalla Delegazione FAI di Teramo, è stata inaugurata dalla presentazione del libro “Piccola inchiesta sul provincialismo”, a cura del giornalista e critico letterario Simone Gambacorta. Nella sala convegni dell’hotel Europa di Giulianova, il capo delegato del FAI Teramo, Franca Di Carlo Giannella, la responsabile del FAI Salotto, Laura De Berardinis, e le capogruppo di Giulianova del FAI, Marialuisa Di Giovanni e Pinella Poggioli Di Carlo, hanno accompagnato nel dibattito il curatore del volume e l’editore del quotidiano La Città, l’imprenditore Raffaele Falone. Presenti anche gli editori del libro, Paolo Ruggieri e Paola Vagnozzi della Galaad Edizioni.

“Provincialismo significa avere una mentalità ristretta – ha affermato Simone Gambacorta – Provincialismo, anche in campo culturale, significa dare attenzione a cose di scarsa importanza e ignorarne altre di valore ben diverso. I venti personaggi interpellati nel corso di quest’inchiesta hanno risposto che si può fare cultura in provincia senza essere provinciali e neanche esterofili. L’inchiesta sul provincialismo – ha aggiunto Gambacorta – è stata un esperimento nato sul quotidiano ‘La Città’. Questo volumetto è il risultato delle idee sviluppate sul giornale”. L’editore del quotidiano La Città, Raffaele Falone, si è soffermato sulla responsabilità sociale dell’imprenditore: “L’editore che decide di investire in un quotidiano può contribuire fattivamente alla crescita del territorio”, ha dichiarato.

“Credo che questo momento storico ci imponga una maggiore riflessione sulla cultura e sul suo significato – ha detto il capo delegato del FAI Teramo, Franca Di Carlo Giannella – Invito a proporre nuove tematiche e ad avvicinarsi al FAI. Ciascuno può essere attore e troverà in noi tutti una squadra pronta a sostenerlo”. “Lo scopo di FAI Salotto è da cinque anni quello di partire dalle individualità, esigenze e specificità del nostro territorio per riflettere, progettare e arrivare a costruire ponti culturali per l’attraversamento verso altre realtà di valenza regionale, nazionale ed europea con le quale confrontarsi e misurarsi – ha affermato la responsabile Laura De Berardinis – Partire, come primo appuntamento, dal libro a cura di Simone Gambacorta vuol dire collocarsi in questa ottica di interrogativo sulla crescita culturale attraverso un’inchiesta sul provincialismo”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *