Abruzzo, Ombrina mare può aprire il cantiere anche domattina: ecco la verità nascosta

Un semplice decreto, anche domattina, che accoglie la domanda di “conferimento di titolo unico” avanzata dalla Rockhopper e il giorno dopo Ombrina mare è cantiere. Questa è la realtà che nessuno dice.

Cerchiamo di capire. Rockhopper Italia S.p.a (e prima ancora Medoilgas Italia S.p.A.) ha presentato una domanda di “permesso di ricerca” di idrocarburi e poi una domanda di “concessione” mineraria: per ognuna era dunque in corso un procedimento finalizzato ad eventuale singola autorizzazione, come da legge. Ad un certo punto, grazie a un certo passaggio inserito in Sblocca Italia nel silenzio ignorante di tutti, la Società ha potuto avanzare richiesta di riunificazione sotto lo stesso titolo delle due domande depositate: la riunificazione (tecnicamente detta conversione in titolo unico) è in corso di valutazione e adesso, in pratica, se Rockhopper riceve un si, sarà un si unico che autorizza la ricerca e la concessione insieme. Alias, il giorno dopo Rockhopper può aprire il cantiere. Nessun altro passaggio se non la pubblicazione del decreto di compatibilità ambientale già approvato a marzo scorso.
… continua a leggere
FONTE: AGEA, Agenzia giornalistica economica abruzzo

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *