Confimi a Confindustria: Squinzi dica basta agli scandali, dobbiamo servire le Imprese non i singoli

Ill. mo Presidente, Preg. mo Giorgio Squinzi, Lei rappresenta il tessuto storico dell’industria italiana e per questo porta il peso di una responsabilità che prescinde dalle sigle. Le piccole Imprese sono il 95% del totale nazionale con una incidenza degli addetti pari al 47%, e Confimi in Abruzzo ne rappresenta 400, con 400 ml di fatturato e 6mila addetti. I numeri stanno a significare che il lavoro da fare è di squadra, non di appartenenza ad un vessillo piuttosto che ad un altro: non ci sono gagliardetti, è in gioco il futuro dell’Abruzzo e con esso quello del Paese.

Per questo porgiamo anche Noi gli omaggi per il Suo arrivo, insieme e in nome di un Abruzzo unico nel quale – seppur per i segmenti e le specificità di competenza che sono propri a Confimi – abbiamo deciso di stringerci compatti nella direzione di un aumento di competitività: dunque, il 9 dicembre vorremmo essere certi di brindare con Lei ad un battesimo, e giammai ai piedi di un moribondo.
… continua a leggere

FONTE: www.ageabruzzo.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *