Terza edizioni VISITAZIONI

ajaxmail-4

Questa terza edizione di VISITAZIONI, continuando nel solco delle precedenti edizioni romane, vuole permettere agli artisti di realizzare opere esplicitamente pensate per un luogo (o per lo stesso profondamente adattate). Il luogo scelto per questa edizione è il MUSPAC de L’Aquila, diretto da Martina Sconci. Un luogo che, nelle sue sedi storiche (dal Quarto di S. Giusta, alla sede di Via Paganica, alla nuova sede di Piazza Arti), ha rappresentato un punto di riferimento per le espressioni della ricerca artistica in ambito contemporaneo e che ha ospitato, nel corso ormai di un trentennio, artisti e manifestazioni importantissime per il panorama italiano.

VISITAZIONI è una rassegna di Arte Sonora. Ma cos’è l’Arte Sonora ? Si tratta di un termine ormai ampiamente utilizzato per descrivere un ambito di ricerca artistica non dichiaratamente definito in cui compositori, artisti (ma anche – per dire – poeti e studiosi) provano ad espandere i limiti della creazione “musicale” (intesa in una accezione ampia del termine, consolidatasi negli ultimi decenni). Compresi nel termine Arte Sonora possiamo quindi trovare Installazioni Sonore, Sculture Sonore, Live Electronics, Paesaggi Sonori, Poesia Sonora, piuttosto che composizioni elettroacustiche e ambienti multimediali.

Le opere che verranno presentate in questa rassegna disegneranno un percorso artistico “non canonico”, di sensibilizzazione a istanze ulteriori, spesso non considerate dall’arte “bella” o “sorprendente” che spesso oggi, in un percorso di retroguardia e tendente alla massificazione del gusto, prendono il sopravvento. In un mondo iperconnesso, di cui spesso ci sfugge l’essenza, ma di cui ci colpiscono gli stimoli retinici e auditivi forti e pervasivi, questa rassegna vuole creare “un’oasi di riflessione”, fuori dai contesti della cultura di massa o di quella d’élite, ma dentro il filone “ribollente” della ricerca e della sperimentazione.

In VISITAZIONI gli artisti invitati spazieranno, con le loro proposte, lungo l’ampio spettro dell’Arte Sonora, ognuno col proprio percorso originale, ma partendo sempre dalle istanze primarie della ricerca sul suono e sulla sua interazione con gli esseri umani. Per far questo utilizzeranno gli strumenti più diversi ed esploreranno aree di ricerca che andranno dall’uso di sorgenti e materiali sonori “non convenzionali”, allo studio sull’interazione fra suono e ambiente, dalla ricerca interdisciplinare che coinvolge musica, poesia e arte visiva, alla realizzazione di “nuovi strumenti” che utilizzano la materia e la tecnologia in maniera creativa, fino alle composizioni musicali toutcourt che, partendo dalla radicalizzazione del segno e del gesto musicale, arrivano ad investire le aree più profonde e gli aspetti più spirituali della natura umana.

Tutti gli artisti saranno presenti alle serate, che saranno introdotte dai curatori Giovanni Antognozzi e Antonello Colimberti. L’ingresso è LIBERO.

Vi aspettiamo!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *