Teramo, conferenza su iniziativa di alfabetizzazione su linguaggio di programmazione il 12 marzo

Se vuoi lavorare impara a programmare. Entro il 2020 l’Europa avrà bisogno di circa ottocentomila professionisti informatici e per svolgere molte attività sarà necessario “parlare” il linguaggio della programmazione: un linguaggio che grazie a nuovi approcci didattici può essere appreso in maniera efficace in un tempo ragionevole.

A patto di avere come docente un vero “talento” non convenzionale: Vincenzo Di Nicola ingegnere informatico di 35 anni di Teramo che due anni fa ha venduto ad Amazon “GoPago” l’azienda che aveva fondato insieme all’amico Leo Rocco per gestire un’applicazione che consente di effettuare pagamenti in remoto in maniera semplice e sicura.

Da allora, oltre a dedicarsi ai suoi progetti imprenditoriali fra l’Italia e l’America, Di Nicola, si è impegnato a titolo di volontariato nel mondo della scuola e della didattica con l’obiettivo di promuovere un format di insegnamento sul modello delle Università Americane (dove si è formato dopo la laurea in Italia). Da qui la sua collaborazione con il Liceo scientifico A.Einstein che ha portato alla realizzazione di numerosi progetti.

Grazie alla disponibilità e alla generosità di questo giovane talento teramano la Provincia ha organizzato un corso gratuito per insegnare l’informatica moderna e avanzata, in una logica di coworking e di economia dello scambio e della collaborazione.

L’iniziativa, lanciata in rete, ha riscosso un notevole successo e sabato mattina, 12 marzo – alle ore 11 – nella Sala Giunta della Provincia sarà illustrata dallo stesso Di Nicola e dal presidente Renzo Di Sabatino.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *