Tennis, Picchione sfiora la vittoria all’esordio nel Torneo Internazionale giovanile di Firenze

di Simone Marasi

Tanto per citare Goran Ivanisevic, ex numero 1 del mondo, “Il talento è un dono di Dio, ma poi tu ci devi lavorare sopra”. Il giovane tennista aquilano Andrea Picchione di lavoro ne sta facendo molto e, concedetecelo, anche molto bene. Le conferme di certo non mancano, soprattutto quando è il campo a parlare. Ultima è la partecipazione al Torneo Internazionale giovanile “Città di Firenze”, attualmente in svolgimento nel capoluogo toscano, che sfortunatamente ha visto la precoce eliminazione del giovane talento aquilano. Torneo di portata mondiale, che negli anni ha visto partecipare e trionfare diversi tennisti, ora ai vertici delle classifiche mondiali. Tra gli altri ricordiamo Martina Hingis, Simona Halep e Roger Federer.

Andrea è partito dal tabellone delle qualificazioni, dove al primo turno ha incontrato Davide Tortora, vicentino di classifica 2.7. Il match è iniziato col piglio giusto per Andrea Picchione, che in pochi minuti si è portato a condurre nel primo set per 3 giochi a 1, trovando abilmente il break. A quel punto l’avversario ha acquisito più solidità nei colpi, rimanendo comunque sotto nel punteggio. Il momento di svolta nel primo parziale è arrivato pochi game più tardi, quando Andrea, sul 5-3, ha avuto la chance di portare a casa il primo parziale. Qui è mancato il guizzo vincente per aggiudicarsi i punti decisivi e Tortora ne ha approfittato per rimettersi in carreggiata, recuperando il break di svantaggio. Si è andati on-serve fino al tie-break, con l’inerzia del gioco leggermente a favore del tennista veneto. Quest’ultimo è stato più lucido e freddo, e si è aggiudicato il game conclusivo con lo score di 7 punti a 4.

Il secondo set si è avviato in un modo molto equilibrato, e almeno per i primi 4 giochi si è potuti assistere a un tennis di grande livello, con scambi da grandi palcoscenici. Poco dopo un calo di tensione del tennista aquilano ha permesso all’avversario di portarsi avanti nello score, issandosi fino al 5-2. Nel game successivo Andrea tiene abilmente il servizio, proiettandosi al gioco seguente, dove era necessario un break per rientrare in partita. La rimonta non è arrivata e Davide Tortora si è aggiudicato anche il secondo set per 6-3, spegnendo definitivamente le speranze del giovane aquilano.

Resta comunque una sua ottima prestazione, che sicuramente è di ottimo auspicio anche per la Serie B che domenica 3 aprile prenderà finalmente il via. I mezzi ci sono, l’età è dalla sua parte e non ci potrà essere null’altro che un ulteriore miglioramento nei mesi e negli anni a venire, sicuramente costellati da successi e da grandi soddisfazioni.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *