Teatro, Milo Vallone fa incetta di premi a Roma

Lo spettacolo “SerenaMente”, scritto e diretto da Milo Vallone, prodotto dalla Compagnia della Memoria di Pescara e interpretato dallo stesso autore con la giovane attrice abruzzese Marica Cotognini, si é aggiudicato tre dei quattro premi in palio: “Miglior Spettacolo”, “Miglior Attore” e “Premio della Critica”. Già dalla prima esibizione di Venerdì 10, si é visto da subito il gradimento della giuria di qualità presieduta da Michele Placido, della giuria della critica, composta da autorevoli rappresentanti del giornalismo teatrale, e della giuria popolare, per l’atto unico della compagine abruzzese in gara, nella fase finale, con altri 15 spettacoli ed oltre 50 attori, tutti di grande qualità. Domenica la serata conclusiva con il ritorno in scena dei tre spettacoli finalisti, al termine il verdetto accolto evidentemente  con grande soddisfazione dall’attore abruzzese. Lusinghiere anche le recensioni da parte di alcune testate di settore come quella della rivista La Nouvelle Vague:  “Il testo va avanti su binari sicuri e piacevoli, il ritmo è serrato e gli attori, soprattutto Milo Vallone, danno prova di ottime capacità interpretative.”La Compagnia della Memoria ha vinto pertanto la produzione di uno spettacolo che il prossimo Maggio sarà in cartellone nel Teatro romano che ha ospitato e prodotto l’iniziativa. 

Queste le motivazioni che hanno accompagnato i prestigiosi riconoscimenti: Miglior interprete: Milo Vallone: “Per l’eleganza. La recitazione pulita e vera e per la credibilità nella finzione.” Premio della Critica: SerenaMente. “Per la buona drammaturgia sostenuta da un’ottima prova attoriale, per l’inquietante “verità”, avvincente con un magistrale colpo di scena finale.” Miglior spettacolo: SerenaMente. “Per aver affrontato il tema della menzogna con toccante verità.”. In qualità di vincitori di questa edizione del Premio, La Compaagnia della Memoria, alla quale fa capo Vallone, si è assicurata la possibilità di avere una propria produzione all’interno del cartellone del Teatro Millelire, per il prossimo Maggio. Ovviamente soddisfatto Milo Vallone che ha dedicato la vittoria come “Miglior attore” ad uno dei suoi maestri, Arnoldo Foà, scomparso Sabato scorso, definendolo “grande uomo di teatro e di cultura teatrale”. Ricordando un paio di aneddoti della tournée fatta insieme nel 2002. Vallone ha poi dedicato la vittoria per il premio della critica al Teatro, “arte nobile nella sua artigianalità che merita più gratitudine e sostegno”. Per l’ultimo, in ordine di consegna, il “Miglior Spettacolo”, ha preferito alleggerire il tono:  “Questo premio invece– ha dichiarato un emozionato Milo Vallone durante la consegna del terzo riconoscimento – lo dedico a me stesso. A questo punto credo di meritarlo. Anche perché tra qualche ora è il mio compleanno.” Con una risata e un nuovo fragoroso applauso, il pubblico romano ha salutato gli attori abruzzesi, incoronati da tanto meritato consenso.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *