Successo per il convegno Le azioni per la cultura della legalità a tutela dei prodotti agroalimentari

“Comprare un prodotto contraffatto equivale a creare un danno economico non da poco”. Così, la responsabile Area Anagrafe e Servizi di regolazione del mercato della CCIAA di Pescara, Simonetta Cirillo, ha introdotto il tema del convegno odierno “Le azioni per la cultura della legalità a tutela dei prodotti agroalimentari”, svoltosi questa mattina in Camera di Commercio a Pescara. “Abbiamo voluto promuovere questa iniziativa – ha spiegato Cirillo – frutto di un progetto nazionale di Unioncamere, per contribuire a diffondere un’adeguata cultura della legalità. L’Abruzzo con i suoi marchi sta salvaguardando le proprie produzioni, tuttavia il fenomeno della contraffazione è diffuso anche nella nostra regione. E’ dunque importante intervenire sull’educazione alla legalità anche sui giovani, futuri imprenditori e sulle nuove imprese, svolgendo attività di prevenzione attraverso interventi di formazione e sensibilizzazione”. Contraffazione e sofisticazione alimentare, contrasto della concorrenza sleale, promozione della trasparenza nell’economia, tracciabilità dei prodotti ed intervento dei Nas per la tutela della salute alimentare, questi gli argomenti principali su cui si è discusso durante l’incontro. In merito all’impegno dei Nas carabinieri sulla materia, è intervenuto il comandante dei Nas Pescara, Domenico Candelli. “Riscontriamo nell’atteggiamento del consumatore una svolta quasi epocale – ha riferito il Capitano – c’ è molta più attenzione da parte del cittadino alle scadenze dei prodotti, al loro stato di conservazione e all’etichettatura. Dunque, un plauso a questa iniziativa perché favorisce la conoscenza sull’argomento stimolando un modo di fare e di vivere più consapevole e sano. I nostri controlli sono sempre più numerosi e mirati, dalla piccola alla grande distribuzione. Il tema dell’etichettatura dei prodotti agroalimentari e dei relativi controlli in merito – ha proseguito Candelli – sono di fondamentale importanza, arricchiscono il territorio di operatori più sensibili e di un mercato più sicuro”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *