Rotary dona 2.500 euro a pediatria L’Aquila 

Dal ‘forziere’ della solidarietà del distretto Rotary 2090 arrivano 2.500 di euro in dono al reparto di pediatria dell’ospedale di L’Aquila. La somma devoluta in beneficenza e’ frutto della donazione di Sergio Basti, governatore del distretto Rotary 2090, che comprende le regioni Abruzzo, Marche, Molise e Umbria. Questa mattina, in ospedale, Basti ha consegnato l’assegno di 2.500 euro al manager della Asl, Rinaldo Tordera, alla presenza del direttore della clinica pediatrica, prof. Alberto Verrotti e del direttore sanitario di presidio Giovanna Micolucci. L’importo dato in beneficenza al reparto verrà utilizzato per organizzare e attivare un’ulteriore postazione informatica, al fine di potenziare l’archivio dei dati clinici dei piccolo degenti: “La donazione alla pediatria”, dichiara il governatore Basti, “rientra nell’ampio ventaglio delle attività in cui da molti anni siamo impegnati che toccano, tra l’altro, il sociale, l’occupazione giovanile, la cultura, la letteratura e la sanità. Un impegno a cui contribuiscono attivamente, in quattro regioni, i nostri 67 club che fanno parte del distretto. Sono lieto che la somma che ho messo a disposizione dell’ospedale possa contribuire al miglioramento dei servizi a favore dei bambini ricoverati che meritano sempre un’attenzione particolare”. Da parte sua il manager della Asl, Tordera, ha tenuto a ringraziare. “Si tratta di un atto di grande sensibilità da parte del Governatore Basti, ancora più significativo perché compiuto a beneficio di piccoli degenti che hanno bisogno di assistenza e sostegno sempre più efficaci e puntuali”. Il reparto di pediatria del San Salvatore dispone anche di ambulatori che trattano un vasto spettro di malattie di bambini: da quella neurologiche a quelle endocrinologiche per finire con le patologie legate all’obesità: un’attività ambulatoriale che registra oltre 3.000 prestazioni l’anno. Il reparto, invece, viaggia sui 600 ricoveri l’anno e, oltre alla diagnosi e cura, assicura il follow up (cioè le visite di controllo periodiche dopo le dimissioni dall’ospedale), importante soprattutto per malattie croniche come, per esempio, l’asma. La clinica pediatrica del San Salvatore non comprende solo l’attività di degenza poiché opera a braccetto con un altro servizio di grande importanza. Si tratta del pronto soccorso pediatrico che in Regione è presente solo al San Salvatore di L’Aquila e che raggiunge le 9.000 prestazioni l’anno. “La stretta collaborazione tra il reparto e il pronto soccorso pediatrico”, dichiara il prof. Verrotti, “ci consente di gestire al meglio i pazienti sia nelle urgenze sia nell’attività di ricovero, diagnosi e cura. Un lavoro svolto in simbiosi tra i due servizi e reso ancora più efficace dalla loro collocazione nella stessa ala e quindi a stretto contatto logistico”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *