Radio Delta 1 riapre nel centro storico dell’Aquila

inaugurazioneIl Gruppo Delta 1, leader nel settore dell’entertainment radiofonico in Abruzzo e Molise, ha inaugurato ieri pomeriggio la propria sede nel centro storico dell’Aquila, riaperta dopo sette anni di lavori a seguito del sisma che l’aveva gravemente danneggiata.

Un ritorno in grande stile, con lo staff della radio al completo e la partecipazione calorosa ed entusiasta dei rappresentanti istituzionali ma anche di tanti cittadini, fan e ascoltatori che hanno voluto festeggiare la riapertura della sede di un’emittente storica nel panorama radiofonico regionale e tra le più seguite in Abruzzo con i suoi 400mila ascoltatori medi settimanali.

“Abbiamo ricostruito il nido per il nostro ritorno a L’Aquila, un ritorno fortemente voluto – ha commentato un commosso ed emozionato Enzo Galante, editore del Gruppo  – È più di un ventennio che siamo nel capoluogo abruzzese, prima in via della Croce Rossa, poi in via Forcella, infine nel 2008 siamo entrati in questa sede rimasta poco dopo distrutta dal sisma e c’è voluto un grande lavoro di ristrutturazione per riportare questo spazio a come era prima. Il nostro rapporto con L’Aquila è sempre molto forte e si è ulteriormente rafforzato con l’ingresso nel nostro gruppo di una radio molto cara agli aquilani Radio Capital, diventata ora Play Capital. Molti mi hanno chiesto che cosa cambia nel rapporto con il territorio con l’apertura di questa sede. Le frequenze sono state sempre attive, il segnale è sempre stato ottimo, la redazione giornalistica è sempre stata operativa svolgendo un presidio puntuale e costante sul territorio e un ottimo servizio di informazione. Cambia quell’elemento che per una radio locale è fondamentale: il rapporto con il territorio, la possibilità di stare vicino alla gente. In questi frangenti c’è stata una frenesia che in qualche modo mi ha riportato a quando il 22 maggio 1977 abbiamo iniziato a trasmettere. Un qualcosa che ha restituito passione allo staff. E noi con questa passione vogliamo continuare ad andare avanti. Questo evento rappresenta un primo tassello per i festeggiamenti del quarantennale di Radio Delta 1che si compirà a maggio del prossimo anno.”

Grande entusiasmo e apprezzamento da parte del primo cittadino della città, il Sindaco Massimo Cialente “Sono felicissimo perché l’apertura di questa sede è la dimostrazione che la nostra battaglia per riportare la vita nel centro storico dell’Aquila sta portando i suoi frutti. Nei prossimi giorni presenteremo questa misura risolutiva per l’impiego del 4% dei fondi della ricostruzione come de minimis per le realtà produttive che hanno scelto o sceglieranno di avviare o riaprire attività in centro. Siamo convinti che facendo questa operazione vinceremo una sfida epocale. Non escludo di portare in centro gli uffici del comune, il ché darebbe un grande segnale. La vita della città che rientra nel cuore dell’Aquila”.staff

“Oggi celebriamo un momento importantissimo per l’informazione – così la Senatrice Stefania Pezzopane –  Quante più sono le voci tanto più è importante e ricco il patrimonio di conoscenza dei cittadini e la loro libertà di orientarsi, in un momento purtroppo in cui chiudono le testate. Il fatto che voi siate qui è una grande gratificazione ed è la dimostrazione che è realmente possibile rivedere L’Aquila popolata nella sua parte storica. Non abbiamo mai perso di vista il fatto che il centro storico della città fosse l’obiettivo prioritario seppur lento da raggiungere come traguardo. È qui che la vita della città si svolge, è qui che c’è lo scambio delle informazioni, delle amicizie, delle relazioni”.

Sull’importanza di far tornare la vita nel centro storico del capoluogo si è soffermato anche Giovanni Legnini, Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura “Questa occasione costituisce un segnale di fiducia e di speranza nel fatto che questa città tornerà a essere quello che era prima, anzi molto più bella e moderna. Ricostruire va bene ma il tema vero è far rivivere, far tornare a pulsare il centro storico. Ogni pezzo che si aggiunge a questo percorso, che è più lento per forza di cose della ricostruzione, è un pezzo preziosissimo, perché incoraggia la fiducia. Ho accettato subito l’invito di Enzo Galante, per la storica amicizia che ci lega, per la reciproca voglia di fare bene e per la grande considerazione nei confronti di questa importantissima radio che ci accompagna ormai da 40 anni.”

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *