Pubblicato il volume Oma Tsho di Davide Peluzzi

oma-tsho-d-peluzziLe spedizioni alpinistiche ed umanitarie del team di “Explora Nunaat International”, accompagnate dal patrocinio e dalla collaborazione del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga sono state raccolte nel volume “Oma Tsho: After Earthquake Rolwaling: the Future”, che il Presidente dell’Associazione, Davide Peluzzi ha recentemente pubblicato presso la casa editrice Vajra Books di Katmandu. Il libro è stato realizzato in collaborazione con gli alpinimisti Mingma G. Sherpa e Phurba T. Sherpa e con lo stesso Parco nazionale.

Libro prettamente fotografico, propone immagini inedite delle montagne del bacino glaciale del Ripimo, al confine con il Tibet, realizzate dallo stesso Peluzzi e dai suoi collaboratori nel corso delle tre spedizioni in Himalaya effettuate negli anni 2011, 2013 e 2015.

Dedicato all’amico e guida himalayana Dorjie Sherpa recentemente scomparso, e “alle future generazioni di ‘avventurieri’: alpinisti e ricercatori della natura estrema”, nelle intenzioni dell’autore “Oma Tsho vuole essere allo stesso tempo un omaggio al popolo Sherpa della Rolwaling ed un invito all’esplorazione della valle nascosta del lago sacro Oma Tsho, soprattutto dopo il terremoto dell’aprile 2015. Il turismo, infatti, per quei territori e comunità di per sé già molto poveri, rappresenta l’unica occasione di futuro e di ripresa economica sostenibile.

Il libro, che è stato presentato con successo alla Fiera del Libro di Francoforte, viene distribuito da Amazon (ISBN-10: 9937623642), oltre che da Vajra Books ((http://www.vajrabookshop.com/categories/books-on-nepal/products/oma-tsho-after-earthquake-rolwaling-the-future). In Nepal sarà venduto con allegata la carta bilingue 1:50.000 del “Percorso Bonatti: dal Gran Sasso all’Himalaya” realizzata da Explora e dal Parco nazionale Gran Sasso – Laga.

“Il Parco accoglie con orgoglio il frutto dell’impegno umanitario ed alpinistico di Davide Peluzzi – dichiara il Presidente del Parco Tommaso Navarra – un impegno significativo per i cui valori di vicinanza delle nostre popolazioni con le popolazioni del Nepal, accomunate oggi dalla tragedia del terremoto, il Parco ha inteso sostenere e condividere, anche attraverso il “Percorso Bonatti, dal Gran Sasso all’Himalaya”, una nuova pagina di cooperazione internazionale nel segno delle montagne e dei valori spirituali e culturali che da esse promanano”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *