Olimpiadi Rio 2016: beach volley, ora l’Abruzzo spera nell’oro

Gli azzurri Paolo Nicolai e Daniele Lupo hanno battuto in semifinale del torneo di beach volley alle Olimpiadi di Rio per 2-1 la coppia russa composta da Viacheslav Krasilnikov e Konstantin Semenov, assicurandosi così il diritto di giocare la finale per l’oro. Medaglia sicura per l’Italia e risultato storico per i colori azzurri, che mai erano arrivati cosi’ in alto ad un’Olimpiade in questo sport. A sperare nell’oro è tutto l’Abruzzo, in particolare Ortona (Chieti) dove è nato Nicolai. Paolo, per gli amici Paolone, alto 2 metri e 3 cm per un peso di 96 kg, ha compiuto 28 anni lo scorso 6 agosto. L’ortonese è sicuramente il più forte giocatore italiano di beach volley. I russi hanno vinto il primo set 21-15 in 22′, Nicolai-Lupo hanno reagito rimettendo a posto il conto dei set (21-16), hanno infine lottato nell’ultimo e decisivo set rimontando e poi superando nel finale gli avversari ed imponendosi con il punteggio di 15-13. Gli azzurri si giocheranno la medaglia d’oro giovedì alle 23.59 locali (le 5 di mattina in Italia) contro i brasiliani Alison e Bruno. Grazie a questa medaglia sicura, salgono a 24 quelle italiane a cinque giorni dal termine dei Giochi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *