L’Aquila, convegno “Stato dell’arte della scoliosi” il 17 marzo

Sensibilizzare le istituzioni dalla famiglia alla scuola su una patologia sottovalutata come la scoliosi e valorizzare una rete di eccellenza come quella presente all’Aquila per la sua diagnosi e cura attraverso un incontro con i principali nomi a livello nazionale e l’avvio di una campagna informativa e di screening.

Questo il senso dell’operazione che prenderà il via giovedì 17 marzo all’Aquila, a partire dal convegno “Stato dell’arte della scoliosi” previsto all’Auditorium del Parco del Castello di Renzo Piano a partire dalle 9 e proseguirà con una serie di screening per concretizzarsi con la distribuzione gratuita nelle scuole aquilane di un opuscolo in 15 mila copie come guida utile per le famiglie con tutte le domande più comuni e le risposte degli esperti.

A presiedere il convegno i medici dell’Università dell’Aquila Francesco Bizzarri, presidente del Cus, che parlerà del rapporto tra scoliosi e sport, e Daniela Gennaro, direttore sanitario del Centro di cura Salus, che sarà tra i moderatori.

L’evento è organizzato con il patrocinio della Società italiana di ginnastica medica (Sigm), della Regione Abruzzo, della Provincia e del Comune dell’Aquila, del Dipartimento di Scienze cliniche applicate e biotecnologiche (Discab) dell’Ateneo aquilano, dell’Ordine provinciale dei medici, del Cus L’Aquila e della Osteopathy School.

“Già nel 1992 io e il professor Costanzo realizzammo uno screening sulla scoliosi, abbiamo deciso di tornare a fare il punto per farci conoscere maggiormente – spiega il dottor Bizzarri – negli ultimi tempi ci sono tornati indietro dei bambini dall’ospedale ‘Gaslini’ di Genova, i colleghi avevano detto alle famiglie che era inutile spostarsi dall’Aquila fin lì quando hanno delle persone che si occupano di questo settore nella loro città”.

“Prendendo spunto da questa situazione, anche per evitare la migrazione per problematiche importanti – prosegue – abbiamo deciso di coinvolgere le scuole e fare questa mezza giornata su una patologia importante che coinvolge gli adolescenti ma anche i genitori, che spesso non sanno che tipo di sport far fare a loro figlio”.

Tra i relatori, il professor Giuseppe Costanzo dell’Università “La Sapienza” di Roma, presidente onorario del convegno, con la lettura magistrale “Stato dell’Arte della Scoliosi”; il professor Carlo Ruosi della “Federico II” di Napoli, che parlerà di importanza della diagnosi e prevenzione; il dottor Alvaro Corigliano primario del Centro “Don Carlo Gnocchi” di Firenze, con un intervento su trattamento conservativo con corsetto della scoliosi; il professor Paolo Raimondi, già docente dell’Università dell’Aquila e ideatore di un metodo di misurazione della scoliosi che porta il suo nome, che si occuperà di problemi vertebrali in rapporto ai carichi nei fanciulli in età scolare; la dottoressa Alessandra Splendiani del reparto di Radiologia dell’ospedale dell’Aquila, che parlerà di aspetti di radiologia nell’età evolutiva.

Tra i moderatori ci saranno anche il professor Edoardo Alesse, direttore del Discab, il dottor Stefano Flamini, primario del reparto di Ortopedia, e il dottor Giorgio Spacca, primario del reparto di Riabilitazione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *