Con la mostra di Edoardo Ettorre nasce un nuovo spazio per l’arte

Edoardo Ettorre (1)Giulianova. I due giorni di arte e musica inaugurati lo scorso 8 e 17 agosto, rispettivamente sulle terrazze del Kursaal e Palazzo “Bindi” a Giulianova, ha dato il via, grazie al Comune di Giulianova e al Polo Museale Civico diretto da Sirio Maria Pomante, la possibilità agli artisti emergenti di farsi conoscere al grande pubblico. Con la mostra “Istanti”, dell’artista giulieseEdoardo Ettorre, curate dallo storico dell’arte Sirio Maria Pomante, in collaborazione con la città di Giulianova rappresentata dall’assessora alla Cultura Nausicaa Cameli, si è data la possibilità di esporre le proprie opere in luoghi pochi frequentati. Edoardo Ettorre, 22enne giuliese prossimo alla laurea triennale all’Accademia di Belle Arti di L’Aquila, è stato il primo artista ad esporre i suoi lavori. A proposito di queste pitture di Edoardo Ettorre – esordisce il suo professore, Stefano Marotta, filosofo e docente di Anatomia Artistica presso l’Accademia aquilana – così intense e sinceramente primordiali, così efficaci ed autenticamente visionarie, che saltano a piè pari, magicamente, il “simbolico” ed il “realistico” – oggi rare isolate coraggiose testimonianze di un’idea di Arte profonda e spirituale – mi tornano in mente queste parole di Simone Weil: “nello spettacolo di un’onda, il momento in cui essa comincia ad abbattersi è il punto stesso di concentrazione della Bellezza.” Credo – conclude il professore – proprio che in futuro dovremo ancora occuparci di questa ricerca di Edoardo Ettorre intorno all’esperienza esaltante dell’”istante”. Le due serate sono state accompagnate musicalmente dal maestro Andrea Piccone Stella con l’esecuzione dal vivo di Bach, Partita n.3 – Preludio. Soddisfatto il direttore tecnico-scientifico del Polo Museale Civico giuliese Sirio Maria Pomante il quale invita i giovani artisti a partecipare ed esporre le proprie opere in questa incantevole terrazza.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *